3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 2.847 VOLTE

Sora: grande festa per salutare la dirigente scolastica Prof.ssa Fiorella Marcantoni

Credo, senza tema di smentita, che poche volte la sala Consigliare del Comune di Sora abbia ospitato una manifestazione come il Saluto per il collocamento in quiescenza della Dirigente Scolastica Prof.ssa FIORELLA MARCANTONI. La mia affermazione si basa sulla somma di molteplici elementi: sala gremita in modo inverosimile, una esternazione di affetto corale da parte di collaboratrici, alunni, ex alunni, insegnanti in servizio o in pensione, esponenti della cultura, del mondo civile e della politica.

Accanto alla festeggiata abbiamo visto il Presidente Iula, lo studioso di didattica e di problemi della scuola Prof. Paolucci Egidio, il Prof. Mancini, brillante studioso, docente universitario e collaboratore per il I° comprensivo, il Prefetto Emerito Piero Cesari, sempre vicino a Sora e sempre vicino alle attività della Dirigente Marcantoni, il Prof. Gulia , Preside e Presidente del più prestigioso istituto culturale della citta, giornalisti e estimatori.

L’onere di disciplinare il programma era appannaggio dell’Insegnante Rita Santilli, che con grande professionalità ha creato un clima direi famigliare, si è la definizione esatta ,il saluto alla Dirigente è stata una festa in famiglia. Da tutti gli interventi a partire dalle ingenue e affettuose filastrocche dei più piccini ai contributi corposi e significativi delle personalità, impressione confermata dalla replica di Fiorella, come l’hanno di fatto chiamata tutti con rispettoso affetto , noi realizziamo la figura della festeggiata come colei che, attraverso le proposte didattiche , di cui ha costituito l’avanguardia, ha voluto che i ragazzi potessero essere definiti con termine classico “Kallos kai aghatos” cioè belli e buoni , in senso morale e di realizzazione nello studio

Il suo insegnamento incentrato sui valori , sugli affetti, sul rispetto e sulla chiarezza dei rapporti è una trasmissione ai suoi discenti dei principi DELL’ANIMA BELLA del filosofo Novalis. Infine , non me ne voglia nessuno se vado a parafrasare una grande Enciclica, Fiorella è stata e sarà per tutti del I° Comprensivo MATER ET MAGISTRA.
Con la consegna dei fiori, rose rosse, amore con amore, e il conferimento di una prestigiosa onorificenza da parte del prefetto Cesari termina la prima parte dell’evento , che continua poco più tardi presso un noto ristorante della zona.

Cosa aggiungere a quanto detto per il pomeriggio, una cena in famiglia, con musica eseguita da un personaggio particolare LUIGI CAPASSO insegnante, avvocato, tenore ed ora anche show man, e interventi spiritosi che hanno coinvolto i numerosissimi invitati, cori con parodie a dimostrazione di cosa ha significato Fiorella per le sue collaboratrici. A chiusura davanti ad una torta monumentale, tra la commozione generale, Fiorella ha ricevuto un gioiello da collo, un dono adeguato alle qualità della ricevente.
Giuochi pirotecnici che illuminavano la notte con un GRAZIE policromo e fosforescente. Arrivederci ADELANTE Y SUERTE EDUCATRICE.

Rodolfo Damiani

Foto di Ersilia Di Stefano

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu