3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 27.220 VOLTE

Sora: i funerali di Gilberta Palleschi. 3.000 cuori in chiesa ed in piazza, tanti uomini in lacrime

Lacrime di donne, ma soprattutto di uomini, tanti uomini presenti tra le migliaia di persone che oggi pomeriggio hanno voluto salutare per l’ultima volta, in chiesa ed in piazza S. Restituta a Sora Gilberta Palleschi, docente 57enne barbaramente uccisa lo scorso 1° Novembre. Uomini colpiti al cuore dal feroce delitto di un loro simile, del quale si sentono in qualche modo responsabili. Uomini che piangevano in chiesa ed in piazza, in silenzio, nascondendo inutilmente il loro volto umido sotto un paio di occhiali da sole. Uomini che baciavano le figlie sulla guancia, per sussurrargli dolcemente che “papà non sarà mai così…”.

Meritava di incontrare uno di loro Gilberta, quel giorno. Loro, gli uomini veri, quelli che nella vita non osano pensare di sfiorare l’essere più prezioso di questa Terra, il capolavoro di Dio, la donna, neanche con un fiore. E che oggi, singhiozzando, hanno fissato quel feretro passo dopo passo, togliendo gli occhiali, per ricordare questo momento fino alla fine dei loro giorni.

«Chiediamo perdono alla famiglia», ha implorato il Vescovo di Sora alla fine della celebrazione delle esequie. Le parole di Mons. Antonazzo invitano alla riflessione, a ricostruire tutto ciò che è stato distrutto in questi 40 giorni. Le certezze di Sora, la serenità della sua gente, convinta di vivere in un posto tutto sommato tranquillo, non sono mai state sottoposte ad una prova così dura. Bisogna trovare le forze necessarie per ricominciare. Quanto alla strada da seguire, sarà il viso rassicurante di Gilberta a dare le indicazioni giuste.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu