SORA – Il M5S torna sulla diga: «Diga sul Liri: non siano i cittadini a pagare per gli errori commessi da altri»

Numerose le azioni poste in essere dai 5 Stelle negli anni scorsi.

«Esattamente tre anni fa iniziava la costruzione della traversa mobile (diga) che avrebbe dovuto rendere il Liri navigabile e fruibile dal punto di vista turistico, nonostante l’area di realizzazione dell’opera sia ricompresa dal Piano Stralcio d’Assetto Idrogeologico (P.S.A.I.) nella fascia C del rischio idraulico. Il tutto, con una spesa prevista di 100.000 euro dalle casse comunali e circa 400.000 euro di finanziamento concesso nell’ambito del POR-FESR e destinato alla valorizzazione delle aree naturali protette.

Il mese successivo Genova fu colpita da un’alluvione ed il Ministro dell’Ambiente Galletti pronunciò in Parlamento la frase: “…..mai più costruire nell’alveo dei fiumi…..” . L’opera destò fin da subito molte perplessità sia tra gli attivisti del M5S Sora che tra varie associazioni ambientaliste locali, in particolare l’Ass. Verde Liri. Oltre ad essere stata costruita in una zona a rischio idraulico e densamente popolata, si è sempre sottolineato che la diga potrebbe essere pericolosa in caso di piena del fiume e, inoltre, che avrebbe potuto causare seri danni all’ecosistema fluviale.

Le numerose azioni (si veda il sito: www.sora5stelle.it) poste in essere: esposti alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica, interrogazioni parlamentari e regionali, lettere al Ministro dell’Ambiente ed all’Assessore Regionale all’Ambiente; non si è riusciti a fermare la costruzione dell’opera e bloccare lo spreco di soldi.

Durante la scorsa campagna elettorale, molte voci si sono unite al coro di chi era contrario alla diga, voci preoccupate ed allarmate anche per l’aumento dei rischi per l’incolumità dei cittadini. Oggi molto è cambiato: in primis la campagna elettorale è finita, la traversa mobile è stata completata ma, subito dopo, è stata sequestrata e assoggettata ad un ordine di demolizione impugnato dal Comune nel processo innanzi al Tribunale delle Acque, al termine del quale si dovrebbe avere l’ufficialità sulla pericolosità o meno della diga. Nel frattempo la Regione ha deciso di revocare il finanziamento.

Alla fine dei conti, un’opera superflua e non richiesta dalla popolazione corre il rischio di gravare sulle tasche dei sorani. A tal proposito, si deve ricordare che, con la costruzione della traversa, l’incombenza della pulizia dell’alveo fluviale a monte della diga – con i relativi costi – è passata al Comune, che non avendo i fondi necessari è stato costretto a rivolgersi alla Regione. Al momento, il risultato e che l’alveo è abbandonato all’incuria ed al degrado, regalando alla città una pozza d’acqua stagnante, piena di rifiuti, ratti e zanzare e con il letto del fiume ulteriormente ridotto per il proliferare di una fitta vegetazione.

Purtroppo, c’è qualcosa che non è cambiato: la fragilità della nostra terra e dei nostri corsi d’acqua che, ogni autunno, ai primi fenomeni meteorologici un po’ più intensi, si ripropone all’attenzione in tutta la sua drammaticità. La diga di fatto è un ostacolo al libero scorrere delle acque e non c’è bisogno di particolari dimostrazioni per comprendere che ciò rappresenta un pericolo. Infatti, anche un restringimento della sezione o dell’alveo di pochi metri, in caso di piena, può provocare un’innalzamento del livello dell’acqua consistente, che in alcune circostanze potrebbe fare la differenza.

I tristi fatti degli ultime settimane che hanno riguardato Livorno, devastata dalla furia delle acque di fiumi “tombati” e violentati per piegarli alle assurde esigenze dell’uomo, dovrebbero servire da severo monito per coloro che vogliono costruire o difendere opere inutili e superflue nel letto dei fiumi. Non siano i cittadini a pagare con i propri soldi gli errori commessi da altri». È quanto dichiara il Portavoce e consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Sora, Fabrizio Pintori.

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti di oggi:
3.731
È venuta a mancare Stefania Guglietti
1
NECROLOGI

È venuta a mancare Stefania Guglietti

Si è spenta venerdì scorso a Roma, aveva 51 anni.

2.142
FROSINONE - Bimba di 10 mesi salvata in extremis al centro commerciale
2
PROVINCIA

FROSINONE - Bimba di 10 mesi salvata in extremis al centro commerciale

Urla dei familiari che chiedevano aiuto, attimi di terrore, un rigurgito aveva ostruito le vie respiratorie della piccola. Il racconto di un intervento a dir poco provvidenziale, ancora una volta si comprende l'importanza della disostruzione pediatrica.

1.176
CALCIO - Termina a reti inviolate Pro Cisterna - Sora Calcio
3
SPORT

CALCIO - Termina a reti inviolate Pro Cisterna - Sora Calcio

Termina 0-0 tra Pro Cisterna e Sora Calcio nella seconda giornata di ritorno del girone B di Eccellenza.

882
SORA - Mercoledì 22 Gennaio Consiglio Comunale
4
POLITICA

SORA - Mercoledì 22 Gennaio Consiglio Comunale

Ecco i nove punti all'ordine del giorno.

700
ISOLA DEL LIRI - Rifacimento pavimentazione stradale SR82, a breve il riavvio dei lavori
5
POLITICA

ISOLA DEL LIRI - Rifacimento pavimentazione stradale SR82, a breve il riavvio dei lavori

Il Sindaco: «Sospensione necessaria per risultati ottimali»

I più letti della settimana:
29.673
Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne
1
PROVINCIA

Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne

Il tragico impatto verso le 17 di oggi. Nulla da fare per la vittima.

24.276
Omicidio Serena Mollicone: ultimo decisivo atto
2
Omicidio Mollicone

Omicidio Serena Mollicone: ultimo decisivo atto

Nell'udienza preliminare del 15 Gennaio il Gup deciderà se rinviare a giudizio i Mottola, il maresciallo Quatrale e l'appuntato Suprano. In aula non ci sarà "papà coraggio" Guglielmo, ricoverato da due mesi a Frosinone per un infarto.

14.560
È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo
3
NECROLOGI

È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo

Si è spenta ieri a Roma.

13.020
Un paio di scosse sismiche a distanza di 24 ore
4
PROVINCIA

Un paio di scosse sismiche a distanza di 24 ore

Tra la prima e la seconda sono trascorse 23 ore e 57 minuti.

11.599
Ci ha lasciato Mario Pasquarelli
5
NECROLOGI

Ci ha lasciato Mario Pasquarelli

Si è spento stamane all'alba in ospedale a Sora.

Video più visti:
POLITICA

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso per caso».

POLITICA

SORA - Chiusura viale San Domenico, il Sindaco: «Lavori necessari, ci scusiamo per il disagio»

Le dichiarazioni di Roberto De Donatis sulla chiusura del tratto di viale San Domenico compreso tra Marco Polo e la Basilica.

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova scuola a S. Rosalia: il Sindaco illustra le novità dell'anno che sta per iniziare.

PROVINCIA

«Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso»: l'insegnamento di Ilaria

Centinaia di persone e grande commozione ai funerali della sfortunata ragazza 24enne vittima di un drammatico incidente stradale la sera della vigilia di Natale.

POLITICA

SORA - La Farmacia Comunale diventa dal 51% al 100% di proprietà del Comune

Stop alla partnership con il privato e via al modello gestionale "in house".