28 novembre 2016 redazione@sora24.it
LETTO 849 VOLTE

SORA – Il “Women… In Unplugged Festival” chiude stasera con un evento strepitoso

Il “WOMEN… IN UNPLUGGED FESTIVAL” organizzato dall’Ass. Culturale Musicale Deliri Noise Hub in collaborazione con il DeLiri Cafè&Bistrot di Sora, si concluderà questa sera con un grande evento di caratura internazionale. A partire dalle 22:00, salirà sul palco del club volsco Rykarda Parasol, cantautrice e musicista statunitense.

Nata nel 1970 a San Francisco, la Parasol è figlia di immigrati svedesi e israeliani. Cresciuta in una famiglia a cultura mista ha coltivato questa eccletticità girando il mondo, e facendo della sua musica il risultato delle sue innumerevoli esperienze. Ha iniziato la sua vita musicale di San Francisco, Los Angeles e Austin, Texas. Poi in Europa, dove ora passa la maggior parte del suo tempo. Negli ultimi anni, Parigi è stata la sua casa base, alternata a Varsavia dove ha sede la sua band.

L’autonomia ha definito gran parte del suo lavoro, scrivendo e producendo i suoi quattro album che sono un’alchimia di letteratura, cultura, psicologia, esistenzialismo e interazione umana. Il suo tono ombroso rimanda a Nick Cave, Lou Reed, Edith Piaf, Johnny Cash, Greg Dulli mentre i suoi testi a William Faulkner e Christina Rossetti.
Dotata di una vera e propria sensibilità autorale e di uno strumento dinamico vocale, Rykarda ha coniato per il proprio stile cupo il termine “Rock Noir”, che proprio come “Film Noir”, è elegantemente drammatico, intriso di cinismo e motivazione sensuale con le ombre imprevedibili in agguato dietro ogni angolo.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu