SORA – Imbrattata la targa dedicata alle vittime di femminicidio

Brutto episodio di vandalismo nel luogo dedicato ad Adriana Tamburrini, Chiara Sacco, Samanta Fava e Gilberta Palleschi.

Imbrattata la targa che ricorda le vittime sorane di femminicidio. Lo spazio, inaugurato qualche anno fa nella villa comunale, è dotato anche di una panchina rossa ed è stato realizzato ad imperitura memoria dei tremendi fatti di cronaca accaduti a Sora nei primi decenni del XXI secolo.

«I simboli hanno una valenza importante nelle comunità. I nomi e le storie di donne uccise per mano violenta erano state incisi nel gennaio 2015 su pietra e lasciate a memoria nel parco Santa Chiara nel cuore di Sora. Cuore che oggi viene nuovamente spezzato da chi, insensibile, irrispettoso e vile ha oltraggiato non solo uno spazio fisico, ma una cultura del rispetto. Condanniamo l’autore e o gli autori dell’incommentabile gesto e esprimiamo vicinanza alle famiglie. Chiediamo al comune di Sora di intervenire per ripristinare e restituire il decoro». È quanto riportato sulla pagina social dell’Associazione Culturale Iniziativa Donne, che ha denunciato l’atto vandalico.