6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 444 VOLTE

Sora in Movimento: considerazioni sull’impianto di telefonia cellulare a Mezzano

“Il giorno 20 aprile il sindaco di Sora Ernesto Tersigni, con un comunicato stampa, teneva a ribadire l’estraneità della sua amministrazione all’iter burocratico che ha autorizzato la realizzazione di un impianto per la telefonia cellulare da parte dell’Ericsson spa in località Mezzano. Il sindaco Tersigni liquida in poche battute la questione, dichiarandosi estraneo ai fatti e delegando le responsabilità ad altri quali la Regione Lazio, L’Arpa, la Soprintendenza ai Beni Archeologici e Paesaggistici del Lazio e citando un complicatissimo codice di regolamentazione delle comunicazioni elettroniche. Eppure l’amministrazione Tersigni con una determinazione del 28 02 2012 pubblicata il 5 marzo 2012, concede un nulla osta ai soli fini del vincolo idrogeologico, per la realizzazione dell’impianto. Tuttavia la sede scelta per la realizzazione dell’opera è  sottoposta  a  vincolo idrogeologico e  vincolo paesaggistico. I residenti da anni hanno già espresso la propria contrarietà e le proprie preoccupazioni per la salute pubblica. Nonostante ciò l’amministrazione comunale sostiene che  non ci sono motivi che escludano la realizzazione dell’impianto, pur avendo concesso la possibilità di ignorare un reale vincolo idrogeologico.

Il sindaco Tersigni afferma che l’ente comunale, visto il parere positivo degli altri Enti coinvolti, può solo richiedere l’adozione delle misure necessarie per mitigare l’impatto dell’impianto sull’ambiente. Invece la determina comunale pone solo la condizione che l’impianto venga realizzato ad opera d’arte riconsegnando il sito come lo si è trovato! Ammesso, e non concesso, che l’amministrazione Tersigni non poteva non concedere questo parere positivo, ci stupisce lo scarso interesse con cui è stato trattato il problema.

La giunta Tersigni, se riteneva di ostacolare la realizzazione degli impianti aveva diverse opzioni. Considerato che il sito è in area di rischio idrogeologico poteva non dare il nulla osta, oppure visto sempre che il luogo prescelto ha dei vincoli di interesse paesaggistico poteva opporsi. Ci sembra di ricordare che la Giunta Polverini, che governa la Regione Lazio, sia della stessa parte politica del sindaco Tersigni, quindi ci si chiede come mai non sia stata seguita una via politica per far valere le proprie ragioni. Questa chiaramente sarebbe stata una strada percorribile, se veramente il nostro sindaco avesse tenuto alla salute e all’opinione dei suoi cittadini. L’alternativa, d’altronde, potrebbe essere che il peso politico di tale Amministrazione non sia sufficiente ad ottenere attenzione a livello regionale. Qualunque sia il problema rimane il fatto che ancora una volta sono i cittadini a perdere e a non essere ascoltati. Meno male che sono solo di pochi giorni fa migrazioni politiche giustificate dall’attenzione di questa Amministrazione all’interesse dello stesso gruppo di cittadini”.

Sora in Movimento – Vice Presidente Avv. Bono

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu