3 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 974 VOLTE

Sora, la fiera e le belle senz’epoca (di Sacha Sirolli)

Immaginate: Sora, una splendida giornata di sole in autunno, una passeggiata sullo scooter tra il Lungofibreno e la Basilica di San Domenico e l’arrivo alla fiera. Dove ammirare uno spettacolo raro per gli appassionati di motori. La Mostra Scambio delle auto, moto d’epoca e dei ricambi e accessori. Quest’anno sono giunti in riva al Liri espositori da tutta Italia e da mezza Europa. All’ingresso ci sono le auto e le moto d’epoca in vendita. Appena si entra nei padiglioni i proprietari di bolidi e motocicli d’altri tempi vi aspettano per mostrarvi i propri gioielli. C’è pure il Vespa club di Sora. Che grazie a Bruno Bruni quest’hanno ha il doppio dello spazio dell’anno scorso. I ragazzi di Sora hanno approfittato per portare all’interno della Fiera oltre 30 Vespa d’ogni epoca, un Ciao, un’Apetta. Una quarantina di pezzi d’epoca con il surplus d’un flipper anni 70 in vendita e un juke box anni 60. Poi dentro e fuori la fiera una miriade infinita di accessori, ricambi e gadget introvabili.

Prima di gustarmi una birra e un panino, nell’area ristoro allestita da Martinez, all’interno della fiera, ho prima ammirato le fiammanti Alfa Romeo Duetto, poi sono rimasto minuti a girare intorno incuriosito ad una Fiat Multipla d’epoca, restaurata a regola d’arte, e ad una Balilla d’un signore che, a occhio e croce, aveva la stessa età dell’auto famosa in Italia all’epoca del Ventennio. “E’ garantita”, giurava il simpatico anziano. Il prezzo era impegnativo, ma costare non sogna nulla. Un consiglio, spassionato: domenica mattina fatevi un giro alla Fiera di Sora, perchè la Mostra Scambio ha un fascino senza età.

Il direttore responsabile di Sora24-SACHA SIROLLI

[nggallery id=702].

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu