3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 30.586 VOLTE

Sora: l’addio al giovane Matteo Sbordone

Un migliaio di persone hanno partecipato oggi pomeriggio ai funerali del giovane Matteo Sbordone, investito ed ucciso mercoledì scorso verso le 23 da un’automobile in corsa davanti al penitenziario di Tolmezzo, 50 km a nord di Udine, dove il trentenne sorano lavorava da poco tempo. Il feretro è arrivato in città dopo la mezzanotte di ieri sera, accolto da una torciata da brividi degli Ultras Sorani che ha avvolto l’intera Piazza San Rocco. Molti hanno trascorso tutta la notte in chiesa per partecipare alla veglia funebre e restare vicino ai familiari del ragazzo in queste ore drammatiche.

matteo 7

La chiesa di San Rocco non è bastata per accogliere tutti i partecipanti: a centinaia si sono radunati nella piazza antistante l’edificio religioso. Al termine della cerimonia, officiata da don Donato e padre Salvatore, gli agenti della Polizia Penitenziaria hanno salutato il loro collega Matteo con un picchetto d’onore.

matteo 2

Al momento dell’uscita della bara dalla chiesa, 2 minuti abbondanti di applausi hanno salutato per l’ultima volta lo sfortunato giovane, un gesto semplice e spontaneo da parte dei presenti, quasi volessero libera in quel modo tutta la tristezza accumulata in questi giorni per la prematura dipartita di un ragazzo che ha sempre dimostrato di essere fiero della sua terra.

matteo 4

Dopo l’uscita dalla chiesa, gli amici hanno trasportato a spalla la bara, completamente coperta di sciarpe e maglie del Sora, fino al cimitero cittadino, attraversando a piedi tutto il centro storico di quella città che il giovane sorano amava profondamente.

matteo-8

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu