1’ di lettura

SORA – L’Auditorium del Liceo “V. Gioberti” intitolato a Serena Mollicone

L'iniziativa si è svolta nel giorno del 20° Anniversario del barbaro omicidio della ragazza.

Grande emozione oggi a Sora per la nascita dell’Auditorium presso il Liceo “Vincenzo Gioberti”. La cerimonia si è tenuta alla presenza del sindaco , della consigliera comunale , della Dirigente Scolastica del Liceo Prof.ssa , della famiglia Mollicone e delle attiviste dell’associazione culturale Iniziativa Donne che hanno, su loro proposta, attivato l’iter che ha portato all’intitolazione dell’Auditorium alla studentessa d’Arce uccisa 20 anni fa. A benedire la targa don Ruggero Martini. Presenti alla cerimonia anche due compagne di classe di Serena, e rappresentanti delle associazioni “Sos Donna” e “Risorse Donna Onlus” impegnate a contrastare la violenza sulle donne.

“Oggi è un giorno importante dall’alto valore simbolico. Siamo nella scuola che ha visto Serena tra le sue alunne. Serena è un simbolo per questa terra, un simbolo di trasparenza, entusiasmo e di passione giovanile che è stata sottratta alla comunità in modo violento e brutale. C’è un giudizio in corso e siamo tutti in attesa della verità che auspichiamo che non sia una verità ancora negata perché è arrivato il tempo di guardare in faccia tutti quello che è accaduto. Oggi è il giorno dell’amore di un’intera terra per Serena”. Ha detto il sindaco Roberto De Donatis.

“Luoghi come questo servono per cercare e trovare un senso al nostro esistere; per capire che siamo qualcosa di potente, oltre la mera quotidianità del vivere. Serena sapeva che ogni cammino è prezioso. Ed è ciò per cui ha combattuto: per non vedere sprecati respiri, pensieri. Questa intitolazione dimostra quale spettacolo sia stata Serena. Quanta vita è ancora. Anche a sipario chiuso e luci spente” è stato il messaggio dall’Associazione Toponomastica femminile di cui l’Associazione Iniziativa Donne è socia.

Con una sedia rossa lasciata libera si è sposata la campagna nazionale “posto occupato” a rappresentare il vuoto lasciato nella società, nella scuola, in famiglia da donne morte per mano violenza. Alla famiglia Mollicone è stato donato un omaggio floreale ed un’opera del maestro calligrafo Franco Taglione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Notizie del giorno