1’ di lettura

SEGNALAZIONI DEI LETTORI

Sora: «Luci spente da mesi, se c’era ancora De Donatis apriti cielo». Ci scrive un anziano lettore

«Ho più di settant'anni e ne ho vista d'acqua passare sotto i ponti. Tutti questi punti luce spenti non ci sono mai stati nel centro storico. Facciamo qualcosa? Speriamo...».

Riceviamo e pubblichiamo: «Ho più di settant’anni e ne ho vista di acqua passare sotto i ponti. Sono generalmente attento anche al comportamento dei miei “colleghi” concittadini. Infatti, prima di scrivere ho atteso qualche mese, perché volevo vedere cosa accadeva, cioè se le lamentele per le luci pubbliche spente sarebbero continuate anche con l’avvento del nuovo corso amministrativo e politico.

Invece niente. Oggi, a distanza di sei mesi, questo ponte, il Ponte San Lorenzo, ma anche i lungoliri Matteucci, Moro, Simoncelli, Cavour, Rosati e Mazzini, presentano la maggior parte dei loro punti luce spenti. Tutti possono verificarlo.

Se fossimo stati ancora con De Donatis sindaco, apriti cielo: le bocche spalancate avrebbero avuto a occhio e croce un diametro di tre o quattro metri. Adesso invece è tutto normale, anche la quasi totalià dei lampioni spenti sui lungoliri e sui ponti.

Non va bene: tutti questi punti luce spenti non ci sono mai stati nel centro storico, ne sono più che certo. Chi cammina di sera non può farlo al buio! Facciamo qualcosa? Speriamo. Ultima considerazione: evitiamo di fare i brillanti sul giornale quando riaccendiamo qualche luce o tagliamo un po’ d’erba, perché ciò è il mimimo che si possa fare per una comunità che paga un sacco di tasse».

SEGNALAZIONI DEI LETTORI:

  • invia un’email a redazione@sora24.it
  • Facebook Sora24: “Invia messaggio”