sabato 5 agosto 2017

SORA – Monte Sant’Angelo: tristezza e senso di impotenza per lo scempio in atto

I veri Sorani non si permetterebbero mai di torcere un solo filo d'erba alle loro montagne, né di deturpare il territorio cittadino o il Liri con immondizia e quant'altro.

Chi è passato almeno una volta nella vita per Sora, sarà rimasto certamente colpito da questa graziosa cittadina, abbracciata da un fiume di colore verde smeraldo (quando non c’è siccità) e circondata da splendide montagne.

Pittori, musicisti e poeti, più o meno famosi, ne dipingono, ne cantano e ne descrivono le bellezze da secoli: soltanto qualche mese fa, a Copenhagen, è stata inaugurata una mostra dedicata ai quadri realizzati proprio nella valle sorana da artisti danesi e norvegesi verso la fine dell’800, ai tempi in cui la città volsca era uno dei cinque capoluoghi della Provincia di Terra di Lavoro, insieme a Caserta, Gaeta, Capua e Piedimonte d’Alife.

Sora è bella e noi sorani lo sappiamo: per questo ci arrabbiamo molto quando la vediamo sporca, abbandonata, oltraggiata. Ma se cartacce buttate per strada e parchi distrutti suscitano principalmente rabbia, la sensazione che proviamo guardando la nostra montagna che brucia è diversa: quelle fiamme fanno male al cuore, fanno venire da piangere. I veri Sorani non si permetterebbero mai di torcere un solo filo d’erba alle loro montagne, né di deturpare il territorio cittadino o il Liri con immondizia e quant’altro.

Guardando quel fuoco e ripensando anche tutto il resto, ci sentiamo tristi e impotenti, nonché consapevoli di un fatto difficile da accettare, ovvero che tra di noi ci sono persone molto cattive e capaci di compiere una delle più grandi infamità: fare del male alla Natura.

Non ci sono ragioni, non ci sono perché: non si fa e basta. E chi lo fa non è uno di noi, non è degno di essere nostro amico, nostro fratello, nostro concittadino.

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

Non sono sorana e non mi permetterei mai a fare un atto simile… qui non si tratta di essere un sorano o non, qui si tratta di educazione, di rispetto. Tutto ciò è vergognoso!

Scusate ma qui si tratta di una persona malata mentalmente…. Deve essere chiusa per sempre con una cura… Non può uno normale fare una cosa del genere…. Mi dispiace così tanto… Brucia tutto che ogni mattina quando correvo mi sentivo così felice di trovarmi mezza la natura…. San Giorgio… Direzione perfetta come chiamavo sempre…. Tristezza totale…

i Sorani sono cosi… eppure avevano un paesino meraviglioso e lo hanno ridotto uno schifo…

Tafuri Gerardo.

Forti delle precedenti esperienze, perché le autorità competenti, una vota spento il fuoco, non hanno sorvegliato la zona o nascosto una webcam o usato un drone per scoprire i colpevoli? Li per accedervi esiste un solo sentiero, quindi la sorveglianza non era poi così difficile. Chiaramente è mancata la volontà.

Aldo Lucente
Vedere bruciare alberi e quant’altro in molte zone d’Italia e specialmente qui a Sora fà restare attoniti, sbigottiti, indignati e si cercano le colpe i rimedi, a me personalmente vengono le stesse sensazioni quando vedo la Città abbandonata , strade con erbacce alte, alberi non potati ecc.. ma la cosa più indignante è vedere nelle nuove Rotatorie costate molti euro e zone con strisce zebrate…ed altro, auto parcheggiate ovunque che bloccano la normale circolazione. Ma il Comune, i Vigili Urbani, la Polizia Stradale, non vedono tutto questo? Oppure vedere le Signore Vigili usare la vettura del Comune per accompagnarsi una… Leggi tutto »
Belle parole dettate da un pensiero che condivido… Ma c’è da ammettere che Sora non e amata da molti dei suoi concittadini… lo si vede dal modo in cui sono ridotte le sue strade, le sue piazze, i suoi parchi, al netto dei sempre più risicati servizi… La cosa che più mi indigna e la “naturalezza” con cui troppe persone ne fanno scempio… Cosa fare per invertire questa rotta e la domanda che più mi tormenta. Oltre a praticare un civile comportamento ed insegnarlo ai nostri figli ci vuole a mio avviso una linea dura e intransigente. Più vigili in… Leggi tutto »

Occorre che chi sa denunci!!!! Non è possibile accettare questo scempio

Chi parla di canader a 15.000 mila € l’ora evidentemente non ha notato che il fuoco è stato appiccato di sera quando è impossibile far andare i canader e gli elicotteri a spegnere il fuoco che sono stati adoperati solo la mattina seguente per poche ore…ammesso che sia stato acceso per lucrarci su avrebbero dovuto accenderlo di prima mattina per far sì che venisse utilizzato tutta la giornata no? Gli scopi sono altri…chi sa parli

non sono Sorana ma il cuore mi ha portato a Sora… tutto ciò che mi fa sentire a casa sono quelle montagne a mio parere unica cosa decente di un paesello decadente quale Sora .. credo che nessuna persona con un minimo di buon semso avrebbe mai fatto una cosa simile…. ma la mia domanda è un’altra? possibile che non si è potuto fare nulla?

Ci auguriamo inoltre che per il bene dei “veri sorani”, una volta scoperti i responsabili vengano resi noti i loro nomi. A me risulta che al momento siano tre i ragazzi considerati coinvolti nei roghi

Per capire: chi accende i fuochi, non sono del luogo? Quindi, a Sora li hanno accesi Siciliani, Calabresi e Campani, e i Sorani hanno fatto altrettanto nelle altre regioni. Non si dicano calcolate , che i residenti amano il territorio…. Vorrei vedere tutti questi delinquenti che vanno all’ estero ad accendere i fuochi

Tristezza per mia Bella SORA.

wpDiscuz
Menu