sabato 5 agosto 2017 3.264 VISUALIZZAZIONI

SORA – Monte Sant’Angelo: tristezza e senso di impotenza per lo scempio in atto

I veri Sorani non si permetterebbero mai di torcere un solo filo d'erba alle loro montagne, né di deturpare il territorio cittadino o il Liri con immondizia e quant'altro.

Chi è passato almeno una volta nella vita per Sora, sarà rimasto certamente colpito da questa graziosa cittadina, abbracciata da un fiume di colore verde smeraldo (quando non c’è siccità) e circondata da splendide montagne.

Pittori, musicisti e poeti, più o meno famosi, ne dipingono, ne cantano e ne descrivono le bellezze da secoli: soltanto qualche mese fa, a Copenhagen, è stata inaugurata una mostra dedicata ai quadri realizzati proprio nella valle sorana da artisti danesi e norvegesi verso la fine dell’800, ai tempi in cui la città volsca era uno dei cinque capoluoghi della Provincia di Terra di Lavoro, insieme a Caserta, Gaeta, Capua e Piedimonte d’Alife.

Sora è bella e noi sorani lo sappiamo: per questo ci arrabbiamo molto quando la vediamo sporca, abbandonata, oltraggiata. Ma se cartacce buttate per strada e parchi distrutti suscitano principalmente rabbia, la sensazione che proviamo guardando la nostra montagna che brucia è diversa: quelle fiamme fanno male al cuore, fanno venire da piangere. I veri Sorani non si permetterebbero mai di torcere un solo filo d’erba alle loro montagne, né di deturpare il territorio cittadino o il Liri con immondizia e quant’altro.

Guardando quel fuoco e ripensando anche tutto il resto, ci sentiamo tristi e impotenti, nonché consapevoli di un fatto difficile da accettare, ovvero che tra di noi ci sono persone molto cattive e capaci di compiere una delle più grandi infamità: fare del male alla Natura.

Non ci sono ragioni, non ci sono perché: non si fa e basta. E chi lo fa non è uno di noi, non è degno di essere nostro amico, nostro fratello, nostro concittadino.

Riabilitazione protesi al ginocchio a Roma

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

I più letti di oggi
LORETA TERSIGNI
1

LORETA TERSIGNI - Il giorno 17 Settembre 2018, alle ore 13:00, è venuta a mancare all'affetto dei suoi cari LORETA TERSIGNI (in Ventura). I funerali avranno luogo ...

LORETO TERSIGNI
2

LORETO TERSIGNI - Il giorno 17 Settembre 2018, alle ore 22:30, è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari, LORETO TERSIGNI, di anni 82. I funerali avranno luogo ...

MONS. DONATO PIACENTINI - Storico parroco di San Bartolomeo, Abate di San Silvestro e parroco di S. Ciro e S. Restituta, don Donato è certamente ...

I più letti della settimana
GIANFRANCO FARINA
1

GIANFRANCO FARINA - Verso le 18 di oggi ha trovato la morte, in un tragico incidente stradale verificatosi in territorio di Posta Fibreno, Gianfranco ...

GIANFRANCO FARINA
2

GIANFRANCO FARINA - Si celebreranno Venerdì 14 Settembre 2018 alle ore 15:00 i funerali di GIANFRANCO FARINA, il 29enne di Broccostella deceduto a seguito di un ...

CAFFè LA BRASILERA SORA
3

CAFFè LA BRASILERA SORA - Caro zio, mai avrei immaginato di scrivere queste righe eppure eccomi qua. Questa mattina la triste notizie, Zio Enzo non ...

X