1’ di lettura

SORA – Nuovi orari per le attività commerciali dal 9 Giugno al 31 Luglio

La sintesi dell'Ordinanza n.85 emessa dal Sindaco, Roberto De Donatis.

Nuovi orari per le attività commerciali della Città di Sora. Li ha stabiliti il Sindaco Roberto De Donatis con l’Ordinanza n.85 dell’8 giugno 2020 in vigore da oggi, 9 giugno 2020, fino al 31 luglio 2020. L’evolversi della situazione epidemiologica e la diminuzione della diffusione del COVID 19 hanno reso necessaria una rivalutazione degli orari degli esercizi commerciali e delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, prevedendone l’estensione, nell’ottica di una ripresa dell’attività economica, mantenendo, tuttavia, alto il livello di guardia sul pericolo di circolazione del virus.

Dalle ore 6.00 fino alle ore 21.30, potranno stare aperti i seguenti settori: commercio al dettaglio in sede fissa, alimentare e non alimentare, medie e grandi strutture di vendita, centri commerciali, attività artigianali e attività di servizi della persona. Le tabaccherie potranno alzare le saracinesche alle 5.00 fino alle ore 21.30. Per quanto riguarda le attività di somministrazione di alimenti e bevande, comprese le attività artigianali, sul posto e/o per asporto (es. bar, pub, ristoranti, paninerie, rosticcerie, piadinerie, gelaterie, ecc…) gli orari da rispettare saranno i seguenti:

  • dal lunedì al giovedì dalle ore 5.00 alle ore 1.00;
  • il venerdì e il sabato dalle ore 5.00 alle ore 2.00;
  • la domenica dalle ore 5.00 alle ore 1.00;

L’ordinanza che disciplina i nuovi orari non si applica a: farmacie, parafarmacie, aree di servizio, distributori automatici e forni. Presso gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande è vietato lo svolgimento di esecuzioni musicali, intrattenimenti danzanti ed eventi, comunque denominati, tenuti da qualsivoglia operatore economico. Si precisa, inoltre, che tutte le attività dovranno attenersi alle linee guida contenute nell’allegato all’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio 16 maggio 2020, n. Z00041.

Dopo la chiusura del locale, gli operatori dovranno rimuovere o, comunque, rendere indisponibili le eventuali occupazioni di suolo pubblico con sedie e tavolini. Visti alcuni fenomeni di degrado urbano verificatisi nel centro storico e nei parchi comunali in orario notturno, è fatto divieto di consumare alcol in strada, nei parchi pubblici, nelle aree verdi e nei luoghi aperti al pubblico (ad eccezione degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande).  Dalle ore 22.00 è, inoltre, vietata la vendita per asporto di bevande in bottiglie e contenitori di vetro.

Per evitare assembramenti e mantenere il distanziamento sociale, il Sindaco Roberto De Donatis ha, inoltre, sospeso tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici, commerciali, fieristici, legati alle festività e alle tradizioni del territorio. Per quanto non espressamente disciplinato dall’ordinanza si rimanda ai vigenti provvedimenti governativi e regionali, riguardanti le misure per contrastare l’emergenza sanitaria, e alla normativa nazionale, regionale e locale di settore.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti