4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 414 VOLTE

Sora pareggia a Palestrina

Un buon Sora torna da Palestrina con un pareggio che tutto sommato può lasciar spazio a qualche leggittima recriminazione, ma che conferma i progressi sia in fase di gioco che di intensità della squadra di mister Farris. Allo Sbardella (di nuovo a porte chiuse) il Sora offre una buona prestazione, passa in svantaggio, recupera dopo cinque minuti e nella seconda frazione di gioco produce diverse palle gol senza però riuscire a trasformarle. Il Palestrina comunque non stà a guardare e sovente crea scompiglio nell’area sorana sopratutto per opera del solito Gallaccio, capace di fare reparto da solo in avanti. Palestrina che come 15 giorni fa mette i mostra i suoi giovani davvero interessanti, ma Sora più intraprendente e deciso, specie nella seconda frazione di gioco, a far sua l’intera posta in palio.

CRONACA – Si parte subito forte con un gol annullato al Palestrina per un fallo di Gallaccio che si liberava di Mucciarelli in modo scorretto prima di battere Agostini. Al 7° Masi sfiora il gol con un tiro dal vertice destro dell’area di rigore. Al 12° il Sora si vede annullare un gol per la posizione irregolare di La Pegna che ribatte in rete un gran tiro di Shiba ribattuto dal portiere di casa Buccheri. Al 13° gran parata di Agostini che su azione di calcio d’angolo battuto sul primo palo effettua una grande intervento. Il successivo tiro di Covetti finisce alto sulla traversa. Al 34° arriva il vantaggio del Palestrina grazie ad una magistrale punizione battuta dal solito Gallaccio che metteva la palla dove Agostini non poteva arrivare. Il Sora però spinge fin da subito alla ricerca del pareggio e crea due nitide azioni da rete. Nella prima (al 39°) Masi arriva al tiro ma Buccheri para a terra. Nella seconda azione (40°) trova il pareggio con Masi che spinge di testa in rete un perfetto cross dalla destra di Giannone che si liberava grazie ad una azione corale tutta di prima.

Nel secondo tempo il Sora scendeva in campo con molta determinazione e con la convinzione di riuscire a trovare la rete della vittoria. La supremazia territoriale era abbastanza netta e alla distanza il Sora schiacciava il Palestrina nella propria metà campo. Ma gli uomini di casa non disdegnavano di impegnare severamente Agostini in almeno un paio di occasioni. Al 16° il Sora ha forse la più ghiotta occasione per portarsi in vantaggio. Calcio di punizione battuto da Giannone verso l’area e Shiba con un colpo di testa manda la palla di poco alta sopra la travera ma con Buccheri in pratica battuto. Un minuto dopo la replica del Palestrina con Petitta che chiama Agostini all’ennesimo intervento prodigioso. Al 30° altra palla gol che capita sui piedi di Shiba, bravo a rubare palla sulla tre quarti ed arrivare al tipo che Buccheri para non senza grosse difficoltà. al 90° altra ghiottissima occasione per il Sora su calcio d’angolo ancora con Shiba a sfiorare il gol. La gara termina con 4 minuti di recupero e con un Sora che può recriminare certamente più del Palestrina per la mole di gioco e le azioni create.

PALESTRINA: Buccheri, Rossi, Guglielmi, Lanni, di Giocchino, Basciani, Petitta, Covetti, Gallaccio (dal 25° st Russo), Fratarcangeli (dal 10° st Bongiovanni), Fagioli (dal 13° st Di Bagno). A disp: Arnoldo, Di DOmenico, Russo, Greco, Oueslati, Pralini, Bongiovanni, Patrizi, Di Bagno. All. Cangiano

SORA: Agostini, Cassandro, D’Ambrosio, Giannone, Scardala, Mucciarelli, Talamo (dal 20° st D’Ovidio), Casavecchia (dal 20° st Casimirri), Shiba, Masi (dal 25° stTaverna), La Pegna. A disp: Rampi, Lo Monaco, Ciaramelletti, D’Ovidio, Mastromattei, Alviti, Alison, Taverna, Casimirri. All. Farris (squalificato: in panchina Monaco)

Arbitro: sig. Davide Andreini di Forlì. Assistenti: sig. Alessandro Lombardi di C.mare di Stabia e sig. Pasquale Capaldo di Napoli.
Reti: nel primo tempo al 34° Gallaccio (P), al 40° Masi (S)
Angoli: Palestrina 5, Sora 10. Recupero: primo tempo 1 min. Secondo tempo 4 min.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu