3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 3.325 VOLTE

«Sora perde gli ambulatori… il Sindaco cosa dice?»

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del gruppo politico “Insieme per Sora”.

«Non è vero che quando si tocca il fondo si può soltanto risalire: è sempre possibile scavare! Mai come ora la rimodulazione di questo celebre detto si adatta alla realtà sorana. La distruzione pezzo per pezzo del nostro territorio prosegue senza sosta, anche quando sembrava che non ci fosse più niente da chiudere. Del resto, con il progressivo depotenziamento dell’ospedale, la perdita degli uffici del tribunale, il generale scadimento della vita pubblica, la sfiducia dei giovani, ci eravamo già abituati al peggio.

Ora, a sorpresa, arriva l’ulteriore doccia fredda: la chiusura degli ambulatori dislocati preso la vecchia struttura ospedaliera, determinata dalla necessità di trasferire il personale all’interno dell’hospice di Isola Liri, in fase di apertura. Va chiarito, a scanso di equivoci, che non c’è nulla da eccepire su questo nuovo servizio; scioccano, però, le modalità e, soprattutto, il silenzio di un’amministrazione comunale sempre più allo sbando ed in totale balìa degli eventi. Nemmeno una parola su questa ennesima mortificazione, che stona molto rispetto alle numerose iniziative minori annunciate urbi et orbi.

Un silenzio, tuttavia, che dice più di mille parole e prova ancora una volata l’inadeguatezza totale di una classe amministratrice preoccupata soltanto di preservare la propria esistenza e che ci ha abituato ad incassare fallimenti come un pugile suonato incassa i KO. E non è tutto, perché oltre al danno si potrebbe verificare anche la classica beffa: si vocifera, infatti, che qualora il personale per il nuovo hospice non dovesse risultare numericamente adeguato, questo potrebbe essere rimpolpato con inserimenti direttamente dal SS. Trinità.

Tutto ciò sarebbe incredibile, una vera disfatta. Altrettanto incredibile è che il sindaco non abbia ancora pensato di intervenire pubblicamente per annunciare il taglio oppure (magari!) per rassicurare la cittadinanza. La discesa di Sora nel baratro prosegue inarrestabile, e con essa aumenta il sentimento generalizzato di sconforto: ci stanno portando via anche la speranza di poter, in qualche modo, tentare la risalita!»

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu