50" di lettura

Sora: profughi espulsi ancora alla Caritas

Gli otto profughi che fino a venerdì scorso alloggiavano nel centro di accoglienza gestito dalla Cooperativa “Integra 2013”, e che poi sono stati espulsi con provvedimento disposto della Prefettura di Frosinone, sono ancora ospiti della Caritas cittadina.

L’allontanamento dei ragazzi è scattato a seguito di un loro comportamento non conforme alle regole del centro stesso. Finiti in strada, i giovani si sono accampati alla meglio in via Filippo Corridoni, a pochi metri dalla Cattedrale, ricevendo assistenza da parte dei residenti. Poi, grazie all’interesse del Vescovo di Sora, Mons. Gerardo Antonazzo, sono stati trasferiti nei locali di via Costantinopoli in attesa di un celere sviluppo della situazione.

«Gli otto ragazzi sono dei richiedenti asilo, quindi non possono essere espulsi – dichiarato il Vescovo. Di contro, il provvedimento di revoca delle misure di accoglienza emesso dalla Prefettura impedisce anche a noi di trattarli come profughi. Per ora, quindi, li abbiamo temporaneamente accolti come dei senzatetto, fornendo loro un luogo per dormire e cibo per tamponare l’emergenza».

L’auspicio di Antonazzo è che la situazione venga affrontata al più presto con un nuovo provvedimento istituzionali utile per slegare un po’ di mani e dare il via a una veloce risoluzione del problema.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Local Marketing
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...