SORA – Pulizia del Liri in fase di completamento: il punto di Coletta e Caschera

I consiglieri spiegano lo stato di avanzamento dei lavori

Dalle parole ai fatti! In questi giorni si sta terminando la pulizia del fiume Liri che era iniziata sul tratto interessato dal ‘Faone’ di San Giovanni all’indomani di una delle ricorrenze più sentite dai sorani. Un intervento assolutamente necessario ed articolato, che è stato suddiviso più step, dallo sfalcio delle erbacce all’interno dei muraglioni, al taglio di arbusti lungo il letto del fiume, alla rimozione di detriti in esso presenti.

Il Consigliere delegato alle manutenzioni ed il Consigliere delegato al coordinamento e supporto ai servizi di verde urbano Natalino Coletta, a fronte dei ritardi amministrativi degli organi sovracomunali più volte sollecitati, si sono attivati sinergicamente per fronteggiare una situazione che vedeva una flora e fauna ormai insostenibile invadere il letto del Fiume Liri.

I Consiglieri hanno sottolineato in merito che “già da molto tempo il primo cittadino Roberto De Donatis e tutta l’Amministrazione si erano fatti portatori in più occasioni della gravità ed urgenza di un serio e complesso intervento di bonifica, illustrando la situazione sui tavoli degli sovracomunali e sollecitando l’erogazione di contributo concreto.

A fronte però della mancanza di risposte, non potevamo più attendere e ci siamo sobbarcati i costi connessi alla pulizia dell’alveo del fiume, elaborando un piano di bonifica che si è snodato dal Ponte di San Lorenzo fino al Ponte di Vaughan”. Poniamo così rimedio a due criticità tra loro connesse legate purtroppo all’attuazione di una follia progettuale che avevamo denunciato come pericolosa in tempi non sospetti e che ha portato alla città solo problemi: da un lato infatti, è stato fronteggiato il proliferare di una vegetazione incontrollata favorito dalla scellerata e costosa scelta di edificare una traversa mobile; dall’altro, alla luce della necessità da parte del Comune di conseguire per ogni intervento sul fiume un’autorizzazione ad Hoc degli enti regionali, competenza prima in capo all’ex Ardis, ora assorbita nella Direzione Regionale Risorse Idriche e Difesa del suolo, abbiamo deciso di provvedere a nostre spese ovviando alle lungaggini burocratiche che la città ed uno dei suoi gioielli, il Fiume Liri non potevano più aspettare”.

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
SCUOLA RENZO PIANO » Demolizione ex mattatoio
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 18 Febbraio 2020.

EXTRA

La Polizia di Frosinone e Sora arresta truffatore seriale

Aveva ottenuto un finanziamento da 60 mila euro acqusitare per un'auto di lusso spacciandosi per un medico. Pochi giorni dopo, aveva rivenduto il veicolo.

EXTRA

FROSINONE - Evasione fiscale record, l'operazione della Guardia di Finanza

13 persone denunciate per associazione per delinquere, bancarotta, riciclaggio ed omessa presentazione della dichiarazione dei redditi.

EXTRA

Piroscafo Oria: i morti che non ricorda mai nessuno

Fu uno dei peggiori disastri navali della storia. Morirono 4.116 soldati italiani. Ecco le foto dei militari originari della provincia di Frosinone (si tratta solo di ...

EXTRA

Nuovo centro distribuzione Amazon a Colleferro: 500 posti di lavoro a tempo indeterminato. Ecco come candidarsi

Sono già aperte le posizioni manageriali, tecniche e per le funzioni di support. Le selezioni per operatori di magazzino saranno aperte in estate.

EXTRA

Sequestrato in Ciociaria il pericoloso e potente allucinogeno che spinge al suicidio

In una villa i Carabinieri hanno trovato diverse capsule di “ayahuasca” e “mambe’”. È la seconda volta che accade in Italia.