19 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 1.318 VOLTE

Sora: «Qui comando io e voi non siete nessuno», opposizione vs maggioranza “arrogante”

Ancora una volta questo Sindaco con tutta la sua maggioranza continua a mostrare la propria arroganza su ogni atto amministrativo, senza voler in nessuna circostanza rispettare le legittime istanze della opposizione. Ieri durante la conferenza dei capigruppo si è infatti registrato l’ennesimo episodio di tal specie. Sovvertendo a quanto stabilito e concordato nella precedente conferenza dei capigruppo svolta il 07 luglio (che ricordiamo è organo di direzione ed organizzazione dei lavori consiliari), la maggioranza,con un proprio colpo di mano, ha voluto posticipare la data discussione del consiglio al 31 luglio, prefissata e concordata in precedenza per il 24 luglio, ben sapendo che diversi consiglieri di opposizione, proprio in considerazione del precedente accordo, a quella data non sarebbero stati presenti.

Giustificando tale repentino cambiamento di date da presunte impossibilità di gestione dell’attività comunale in dodicesimi ( da gennaio che governavano l’attività amministrativa del comune in dodicesimi), hanno nuovamente mostrato tutta la loro arroganza seguendo la regola del “qui comando io e voi non siete nessuno”. Senza che ciò bastasse, hanno decretato che nel medesimo consiglio comunale si discutesse per l’approvazione di una serie di regolamenti che potevano invece essere discussi in altro consiglio a settembre. In particolare, il clou è stato rappresentato dal rigetto della nostra istanza di discutere, in apposito consiglio, il regolamento relativo al codice etico.

Ricordiamo infatti che noi dell’opposizione avevamo redatto e concordato con la segretaria comunale un apposito documento ricalcante la “carta di Pisa” adottato da centinaia di comuni italiani, ma anche in tale occasione la maggioranza si è voluta contraddistingue nei propri dictat, modificando il predetto elaborato e rifiutando anche qui la discussione del punto a settembre. Se questo è quanto riesce a fare questo governo cittadino dopo tre anni di disastrosa amministrazione siamo giunti alla frutta.

Ridursi a tali mezzucci per evitare il confronto in consiglio comunale su argomenti e temi importanti per la città mostra tutta la pochezza di argomentazioni e soprattutto di contenuti di cui si può vantare questa amministrazione. Coloro che tra i banchi della maggioranza a chiacchiere vantano malesseri e dichiarano la loro contrarietà alle scelte del Sindaco, mostrino, per una volta, un po’ di orgoglio e di onestà intellettuale e pongano fine a questa catastrofe che da tre anni si continua ad abbattere sulla nostra città. Non ve lo chiede solo l’opposizione ma ve lo chiede la cittadinanza.

I consiglieri comunali Enzo Petricca, Massimo Ascione, Roberto De Donatis, Fausto Baratta, Antonio Farina, Serafino Pontone Gravaldi.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu