SORA – Regolarizzazione insegne negozi: la nota del Comune

De Donatis e Paolacci critici nei confronti del consigliere Di Stefano.

«Alla luce dei fraintendimenti sulla regolarizzazione delle insegne degli esercizi commerciali, che sul web stanno alimentando ingiustificati timori e fuorvianti ricostruzioni, giova fare alcune precisazioni e sgombrare il campo da qualunque dubbio.

La richiesta di proroga è ad oggi inaccettabile, soprattutto da parte di un consigliere comunale, che dovrebbe sapere che l’argomento di cui si discute è contenuto in una norma transitoria di un regolamento approvato in Consiglio il 29 marzo. Se per il consigliere Di Stefano i sei mesi messi a disposizione per regolarizzare le insegne sono insufficienti, avrebbe potuto, in quanto Consigliere comunale, con gli strumenti consentiti dal suo ruolo, presentare un emendamento in sede di discussione in Consiglio. Precisiamo per tutti che una eventuale modifica adottata in ottobre per disporre una proroga della discussa scadenza, entrerebbe comunque in vigore nel 2019, in quanto trattasi di un regolamento inerente la gestione delle entrate tributarie dell’Ente.

E’ doveroso ribadire a tutti i tecnici e agli operatori commerciali che gli uffici comunali sono a disposizione per esaminare tutte le pratiche che verranno presentate ed eventualmente richiedere ulteriori integrazioni nella spirito della massima collaborazione, così come finora fatto con tutti coloro che hanno richiesto direttamente informazioni all’Ente.

La volontà dell’amministrazione è stata quella di tutelare le esigenze di decoro urbano e non di danneggiare gli operatori commerciali che, nel tempo, hanno sottovalutato la necessità di munirsi della prescritta autorizzazione, necessaria per l’installazione di qualunque mezzo pubblicitario. Il regolamento approvato nel 2014 aveva già previsto una norma transitoria di soli 120 giorni ma, considerato che in quel periodo la gestione della pubblicità era esternalizzata, di fatto non si è registrato alcun risultato.

Questa amministrazione sia sotto il profilo gestionale che amministrativo ha inteso mettere in campo soluzioni volte alla riorganizzazione della pubblicità e lo sta facendo con la massima apertura verso le esigenze degli operatori commerciali. Infine, sgombriamo il campo da ogni sterile polemica anche sull’invio delle Pec. Infatti, dopo l’approvazione del regolamento si è attivata una campagna comunicativa capillare, anche con l’ausilio delle nuove tecnologie: dalla stampa cartacea, all’app Comunicacity, alla pagina istituzionale e a quella fb del Comune, a cui si è aggiunto, solo a causa dello scarso riscontro ottenuto nei primi mesi, anche l’invio delle Pec con la collaborazione della Camera di commercio». È quanto dichiarano l’assessore al Bilancio, Dott.ssa Maria Gabriella Paolacci e il sindaco, Arch. Roberto De Donatis.

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.