1’ di lettura

SORA – Rifondazione Comunista analizza l’ultimo consiglio comunale

Siamo interessati alle proposte, alle idee, e alle competenze migliori che questa città può offrire.

«Come ormai d’abitudine nessuna proposta concreta per aiutare la cittadinanza ad affrontare al meglio questo brutto periodo in tempi di covid, questo emerge dall’ ultimo consiglio comunale da parte della maggioranza, che, per quanto ci riguarda rimedia l’ ennesima brutta figura. Purtroppo in questo periodo la maggioranza e la finta opposizione sono impegnate in riunioni carbonare in vista delle ormai prossime elezioni, quindi il tempo e le energie restanti sono scarse.

Ciò che si prospetta per le elezioni amministrative sono accozzaglie informi con dentro di tutto e di più, e poco importa se le bandiere vanno cambiate, l’ importante è garantirsi il potere. Noi da questo modus operandi che mette in campo gli stessi colonnelli, le stesse truppe che negli ultimi decenni hanno amministrato ripetutamente la città riducendola allo stato che sappiamo, e a cui ci siamo sempre opposti da quanto avevamo i calzoni corti, non possiamo che prendere nettamente le distanze !

Siamo invece interessati alle proposte, alle idee, e alle competenze migliori che questa città può offrire, e che devono camminare su gambe e schiene dritte, per questo al momento ci concentriamo sul programma e al confronto schietto con chi non è compromesso in alcun modo con le dinamiche che hanno asfissiato e nauseato la nostra Città. Il suddetto consiglio comunale è stato convocato sulla base di due proposte avanzate dal consigliere d’opposizione Pintori e che vanno sicuramente incontro alle necessità di chi si trova in forte difficoltà.

La prima approvata all’unanimità, introduce una modifica al regolamento della TARI, che permetterà ai titolari di utenze non domestiche che doneranno beni di prima necessità a famiglie e persone che versano in difficoltà economiche, di ottenere una riduzione della suddetta tassa, ed è stata denominata “Sora non spreca”.

La seconda proposta chiamata “SorAiuta” istituisce un fondo in favore di chi, pur avendo ottenuto un qualche aiuto da enti pubblici, necessita di risorse integrative per sopperire a bisogni primari. Questo fondo sarà istituito grazie alle donazioni di associazioni, imprese, singoli cittadini, che, in virtù dell’ art.66 del decreto “Cura Italia”, potranno essere detratte dalle relative dichiarazioni dei redditi. Non ci resta che lavorare alacremente e con la passione di sempre in vista delle amministrative 2021, per mettere insieme le forze sane della città e opporci a questo scempio».

Comunicato stampa Rifondazione Comunista Sora, circolo “Antonio Gramsci”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Farmacia Sciarretta

Il servizio consiste nella consegna gratuita dei farmaci a domicilio.

Jolly Group

Una nuova stagione è appena cominciata, una squadra ambiziosa è pronta a regalarci grandi soddisfazioni, una società seria e appassionata merita tutto l'appoggio necessario.