giovedì 7 agosto 2014

Sora: scongiurati i licenziamenti degli operai Ambiente SpA

Beatrice Moretti – segretaria provinciale della CGIL – e Antonio Sessa – segretario generale della Funzione Pubblica CGIL di Frosinone – esprimono soddisfazione sull’esito dell’incontro che si è svolto stamattina nella sala consiliare del Comune di Sora tra Sindacati, lavoratori dell’Ambiente SpA, il Sindaco Ernesto Tersigni, l’Assessore Agostino Di Pucchio, il presidente del CdA societario Daniele Tersigni e il Consigliere CdA Antonio Vinci.

“Grazie al confronto che siamo riusciti ad ottenere tra tutte le parti interessate, sono stati così scongiurati quei licenziamenti (circa 7) che erano stati preannunciati dalla Società al tavolo di delegazione trattante del 1/08 u.s. – in considerazione della situazione finanziaria societaria che vede una perdita superiore a euro 100.000 al 30/6/2014 – e che avevano immediatamente indotto i Sindacati a convocare per oggi alle 10 un’assemblea pubblica dei lavoratori dell’Ambiente SpA davanti al Comune di Sora, al fine di ottenere una convocazione urgente da parte del Sindaco e impegni chiari in merito a questa delicata vertenza” – dichiarano i due sindacalisti.

Beatrice Moretti e Antonio Sessa – rammentando l’enorme valore e le straordinarie potenzialità dell’Ambiente SpA, di cui il Comune di Sora è unico proprietario – evidenziano che le difficoltà economiche non sono sicuramente imputabili al costo del personale, poiché la maggior parte di questo è assunto con contratti part time e ha sopportato davvero tantissimi sacrifici, anche economici, dimostrando quotidianamente attaccamento al lavoro e senso di responsabilità.

Il problema deriva: 1) dal taglio progressivo dei contratti da parte dell’Amministrazione Comunale per importi complessivi pari a circa euro 270.000, con il mancato rinnovo in primis della convenzione per la manutenzione del verde pubblico e nonostante sia stato riconvertito nel settore dell’igiene ambientale tutto l’organico che afferiva a tale servizio; 2) dal mancato affidamento di nuovi servizi ( ad es. gestione parchimetri e segnaletica orizzontale); 3) dalla mancata attivazione della raccolta differenziata sull’intero territorio cittadino, pur essendo periodicamente annunciata come imminente da 5 anni a questa parte.

Sollecitati quindi dalle OO.SS., il Sindaco Tersigni e l’Assessore Di Pucchio – considerando che proprio la mancata implementazione della raccolta differenziata è causa di costi elevatissimi a carico dell’Ente Comunale, per i conferimenti dei rifiuti indifferenziati alla SAF di Colfelice (circa euro 2.000.000 all’anno) – hanno assunto l’impegno a utilizzare possibili risparmi derivanti dall’avvio del cd. “porta a porta” per nuove convenzioni con l’Ambiente SpA, dichiarando da subito l’intenzione del Comune di Sora di affidare alla Società la gestione di tutte quei servizi che è in condizione di svolgere e che sino ad oggi sono stati incomprensibilmente affidati a terzi, non si sa se per lungaggini burocratiche o scarsa convinzione.

Commenti

wpDiscuz
Menu