2’ di lettura

SORA – Tende per il Pre-Triage Covid-19 al SS. Trinità: ecco come funzioneranno

Il Consigliere Regionale Loreto Marcelli: «Averle ottenute è frutto di una collaborazione costante tra tutte le Istituzioni, in particolare con il sindaco di Sora, Roberto De Donatis e il Direttore Generale della Asl di Frosinone, Stefano Lorusso».

La Protezione Civile di Sora, Vicalvi, Anagni e Arpino ha istallato due tende, davanti all’ingresso del Pronto Soccorso dell’ospedale SS. Trinità di Sora per il Pre-Triage Covid-19. Nelle due strutture, che faranno da filtro per l’accesso al Pronto Soccorso, verranno valutate e analizzate le condizioni dei cittadini che necessitano di cure. Una volta ultimati i dovuti accertamenti si provvederà a stabilire il percorso che, per i sintomatici, ossia le persone che presentano febbre, tosse, dispnea, che provengono da zone a rischio o che sono state a contatto con persone con diagnosi positiva al virus Covid-19, sarà l’isolamento. Per gli asintomatici sarà l’ordinario percorso sanitario.

Aver ottenuto le due strutture di Pre-Triage è stato un risultato importante per la nostra comunità e, come spiega il Consigliere regionale e Vicepresidente alla Sanità, Loreto Marcelli “è frutto di una collaborazione costante tra tutte le Istituzioni, in particolare con il sindaco di Sora, Roberto De Donatis e il Direttore Generale della Asl di Frosinone, Stefano Lorusso. Aver ottenuto non solo queste due strutture per l’ospedale SS. Trinità di Sora ma anche per altri nosocomi come il San Benedetto di Alatri, è un passo importante nella prevenzione e nell’affrontare questa emergenza Sanitaria che ormai ha raggiunto non solo l’Italia ma anche il resto del mondo. Ringrazio in modo particolare tutto il personale medico e gli operatori sanitari per il loro preziosissimo lavoro e la loro dedizione”.

Grande soddisfazione per il risultato ottenuto è espressa anche dal Sindaco del Comune di Sora Roberto De Donatis: “Le tende pre-triage presso il nostro ospedale sono un servizio importante che consente la differenziazione dei pazienti con sintomatologia sospetta. Si tratta di un ulteriore ed indispensabile supporto all’attività ospedaliera nella gestione dell’emergenza Covid-19. Preziosa e necessaria, in casi di emergenza sanitaria come questa, la sinergia tra istituzioni. Il Comune di Sora si è confrontato e coordinato proficuamente con la Regione Lazio, nella persona del Consigliere Loreto Marcelli, e con l’Asl di Frosinone, rappresentata dal Direttore Generale Dott. Stefano Lorusso e dal referente del Pronto Soccorso di Sora Dott. Ivano Orlandi. Un grande ringraziamento per il lavoro svolto va anche ai volontari della Protezione Civile di Sora, Arpino, Anagni e Vicalvi, impegnati nell’allestimento delle strutture, e a tutto il personale sanitario. Tutti insieme, ognuno per le sue competenze, stiamo facendo il possibile per gestire la situazione attuale al meglio, impiegando ogni risorsa. Ora l’invito che rivolgo alla popolazione è di stare a casa. È questo il provvedimento più efficace per arginare il contagio, nella piena consapevolezza che limitare la propria libertà oggi significa garantire la libertà altrui domani. È questa la sfida da vincere ma per farlo dobbiamo restare uniti ed agire con senso di responsabilità”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...