SORA – Terminato il murales sul palazzo Ater in via Lungoliri Della Monica

L'opera, a cura dello street artist Oniro, è il frutto di un'idea della Deep Beer di Francesco Di Palma.

Ricominciare dall’arte passando attraverso le case popolari, questo il messaggio del secondo murales realizzato in Via Lungoliri della Monica dallo street artist Oniro, frutto di un’idea della Deep Beer di Francesco Di Palma. L’obiettivo è quello di valorizzare le palazzine ater e trasformare l’arte urbana in un processo culturale. I murales si inseriscono, tra l’altro, in una nuova politica di attenzione e rigenerazione urbana, dando colore ad una tematica come quella delle case popolari che rappresenta da sempre un disagio sociale. Una street art che fa “parlare” non solo le persone ma anche le facciate su cui viene realizzata. Tutto ciò grazie alla lungimiranza del Commissario straordinario dell’ater Sergio Cippitelli che ha autorizzato senza indugio la realizzazione del murales.

Il Commissario Ater Sergio Cippitelli ha in merito dichiarato dopo aver visionato l’opera “Faccio i complimenti all’artista e alla Consigliera Simona Castagna che con questa iniziativa conferisce un valore aggiunto al patrimonio immobiliare dell’Ater conferendo all’housing sociale anche una valenza artistica. Questo merito si aggiunge alla capacità di esercitare una delega difficile con ben 16 alloggi consegnati nel 2018, numeri che certificano un risultato indiscutibile e la volontà di operare con determinazione”. Il Sindaco Arch. Roberto De Donatis ha commentato “importante ed innovativa iniziativa che punta al miglioramento della qualità del decoro urbano. Azione che certifica una collaborazione fra istituzioni, Comune di Sora ed Ater, che sicuramente verrà estesa e replicata in futuro. Complimenti alla Consigliera Avv. Simona Castagna che ha coniugato la delega all’edilizia popolare e le politiche giovanili promuovendo la street art in un perimetro di legalità”.