1’ di lettura

SCUOLA

Sora: un autunno ricco di attività per gli allievi della “Facchini”

Si chiude una prima parte molto impegnativa dell'anno scolastico 22/23.

È stato un autunno ricco di attività quello vissuto alla Scuola secondaria di primo grado E. Facchini di Sora. A cominciare dal progetto interdisciplinare di Inglese e Scienze, che ha coinvolto gli alunni delle classi seconde, impegnati, nel laboratorio scientifico dell’istituto nella produzione di bioplastica con amido di mais, aceto, glicerolo e altri ingredienti naturali. I ragazzi hanno messo in pratica quanto studiato in scienze riguardo ai legami chimici organici. I risultati degli esperimenti sono stati utilizzati per decorare l’albero di Natale dell’istituto.

Altro progetto interdisciplinare è stato quello riguardante l’Arte e lo Sport, svolto in orario extracurricolare. Si è trattato tratta della realizzazione di murales a decoro delle pareti della palestra, eseguiti dai ragazzi di seconda e di terza, finalizzati al miglioramento dell’habitat scolastico e raffiguranti varie discipline sportive. Lavorando in gruppo, ciascuna/o ha sperimentato i valori civici di cooperazione, ha imparato contestualmente il valore della simbologia del mondo dello sport e il suo proprio linguaggio attraverso la conoscenza delle figure di Haring, la loro espressione analogica, la storia dell’artista e la capacità di produzione artistica con forme e colori.

Rimanendo in ambito sportivo sono partiti i tornei di pallavolo, palla rilanciata e basket, durante i quali, gli alunni sperimentano l’incontro competitivo con i pari e l’appartenenza al gruppo, ovvero la responsabilità dei propri interventi verso i compagni di squadra e/o avversari, i valori della comunicazione reciproca, della mediazione, della gestione del conflitto personale e interpersonale.

L’interiorizzazione di tali istanze porta a strutturare condotte civiche che rappresentano una delle modalità di monitoraggio degli apprendimenti dell’educazione civica, disciplina facente parte del curricolo di studi. Il mese di dicembre, inoltre, ha visto gli alunni delle classi terze coinvolti negli incontri con i rappresentanti della Scuola secondaria di Secondo grado del territorio organizzati dalle referenti dell’Orientamento, proff.sse Cinzia Di Folco e Sandra Vani, attraverso un denso programma di appuntamenti che si sono svolti con regolarità e con interesse da parte degli alunni.

La scelta della scuola superiore non è semplice, molti sono i dubbi e le ansie che possono insorgere, inoltre è una scelta che condizionerà in parte anche l’orientamento universitario. I docenti, consapevoli delle problematiche che queste scelte comportano, cercano di individuare e valorizzare le attitudini e gli interessi degli studenti e, l’incontro con i rappresentanti delle scuole superiori è, di fatto, il prosieguo del processo di conoscenza di sé che i ragazzi hanno già avviato a scuola con i propri insegnanti alla scoperta dei propri talenti, inclinazioni, abilità, per una maggiore consapevolezza del proprio ruolo nella società.