martedì 21 novembre 2017

SORA – “Una scelta in Comune: esprimi la tua volontà sulla donazione di organi e tessuti”

I lavori sono stati coordinati dal dottor Anselmo Cioffi, responsabile della Nefrologia e dialisi dell’ospedale “SS. Trinità” di Sora.

Successo per il convegno “Una scelta in Comune: esprimi la tua volontà sulla donazione di organi e tessuti” che si è svolto sabato 18 novembre, alle ore 17.00, in una gremita Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Sora. L’evento è scaturito dalla collaborazione tra Comune di Sora, Associazione Malati di Reni Onlus e Centro Regionale Trapianti Lazio. L’incontro ha focalizzato l’attenzione sulla normativa che consente di dichiarare la volontà alla donazione degli organi e tessuti al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità.

I lavori sono stati coordinati dal dottor Anselmo Cioffi, responsabile della Nefrologia e dialisi dell’ospedale “SS. Trinità” di Sora. La consigliera comunale delegata alle Pari Opportunità del Comune di Sora Serena Petricca ha portato i saluti del Sindaco Roberto De Donatis ed ha illustrato l’applicazione della legge presso l’Ufficio Anagrafe dell’ente.

Sono intervenuti anche Giuseppe Patrizi, già presidente della provincia di Frosinone, la Consigliera comunale Maria Paola D’Orazio, il Prof. Maurizio Valeri, responsabile del Centro Regionale Trapianti Lazio, il dott. Moreno Bartolomucci, coordinatore locale dei trapianti della ASL di Frosinone e il Dott. Riziero Fini, responsabile aziendale della ASL di Frosinone della Nefrologia e dialisi.

Intense le testimonianze dei trapiantati di rene Giuseppe Iacovelli e Leonardo Traina e di Roberto Costanzi che ha raccontato le storie dei donatori nella nostra memoria collettiva. Piena la soddisfazione della Consigliera delegata alle Pari Opportunità Serena Petricca: “Porgo i miei complimenti a Leonardo Traina e agli organizzatori del convegno per l’ottima riuscita dell’evento che ha toccato un tema molto significativo. Esprimere il proprio consenso alla donazione degli organi è una scelta di grande senso civico che dimostra attenzione nei confronti di persone da anni in lista di attesa per ricevere un trapianto. La possibilità di dichiarare la propria preferenza è semplice: basta riempire un modulo al momento del rinnovo o rilascio della CIE (Carte d’identità elettronica). La dichiarazione sarà, poi, registrata dall’ufficiale dell’anagrafe e inviata alla banca dati unica del Sistema informativo trapianti (SIT), consultata 24 ore su 24 dai centri per i trapianti. Prima esistevano tesserini cartacei che potevano essere persi, ora, invece, la banca dati garantisce massima sicurezza nella conservazione delle dichiarazioni”.

Commenti

wpDiscuz
Menu