4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 753 VOLTE

Sora, vicenda Tofaro: precisazioni dell’Assessore Andrea Petricca

Alla luce degli ultimi avvenimenti riportati sulla stampa locale, ritengo doveroso fare chiarezza su quanto sta accadendo nella contrada Tofaro a Sora. Questa zona della città ha registrato negli ultimi dieci anni un incremento di patologie tumorali.  Allo stato attuale non esistono elementi che possano condurre ad un rapporto diretto tra ipotetici fattori di rischio presenti sul territorio e l’insorgere delle patologie cancerogene. Gli elementi sostanziali che meritano un controllo ed un monitoraggio approfondito sono:

  • Area del depuratore comunale (dove nel 1992 furono scaricate tonnellate di rifiuti solidi urbani derivati dalla raccolta cittadina. Tali rifiuti furono accatastati sul terreno senza alcuna protezione o isolamento del suolo con conseguenze facilmente immaginabili);
  • Attività del ripetitore di telefonia mobile;
  • Cartiera del Sole in merito al funzionamento della centrale turbo gas.

Il sindaco di Sora Dott. Ernesto Tersigni, che ringrazio pubblicamente per la disponibilità immediata, ha concordato, dopo una riunione con i cittadini del posto e con la storica associazione “Tofaro Insieme” (fondata nel 1991 e che raccoglie la maggior parte delle famiglie della zona), un percorso di monitoraggio e studio che possa, in tempi ragionevolmente brevi, fare chiarezza sulla situazione. Per quanto riguarda il monitoraggio, il Sindaco di Sora ha inoltrato diverse richieste all’A.R.P.A. per  chiedere il controllo del suolo e sottosuolo, delle acque e dell’aria della zona di Tofaro.
Già nei giorni 7 e 8 novembre i tecnici dell’A.R.P.A., alla mia presenza,  hanno effettuato i primi controlli relativi all’inquinamento elettromagnetico che il ripetitore installato in zona potrebbe causare. Dai dati emersi non risulta la presenza di una situazione pericolosa: i parametri rilevati sono abbondantemente  al di sotto della soglia di sicurezza.

Entro la fine del mese di Novembre verrà posizionata una centralina mobile per il rilievo delle polveri sottili , che se presenti nella zona  potrebbero essere prodotte dalla centrale turbo gas succitata o da altri fattori inquinanti da identificare. I controlli delle acque, del suolo e del sottosuolo, dopo la formale richiesta inoltrata dal Sindaco ed alcuni contatti telefonici avuti dal sottoscritto  con i responsabili del settore di competenza dell’Ente Regionale per il controllo del territorio, verranno eseguiti in tempi brevi.

Per un’analisi approfondita e specifica della situazione attuale, il Sindaco ha deciso di coinvolgere l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. L’obiettivo è quello di costituire un tavolo tecnico di  esperti che possa analizzare, comparare ed, infine, individuare se esiste un rapporto diretto tra eventuali fattori di rischio ambientali e l’insorgere della patologia neoplastica. Su richiesta dell’ateneo cassinate, in collaborazione con un gruppo di giovani della zona di Tofaro, che ringrazio per la grande disponibilità e l’interesse dimostrato, abbiamo  effettuato nei giorni scorsi una raccolta-dati relativa alle persone che si sono ammalate negli ultimi dieci anni specificando una serie di elementi indispensabili per una migliore valutazione della situazione.

E’ chiaro che tale lavoro richiederà tempo ed attenzione così come è altrettanto chiaro che se da tali controlli dovessero emergere situazioni pericolose per gli abitanti del posto, sarà compito dell’Amministrazione Comunale intraprendere  ogni azione volta alla tutela della salute pubblica .

Assessore Comune di Sora
Andrea  Petricca

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu