12 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.775 VOLTE

Speciale terremoto della Marsica: 13 gennaio 1915 ore 07.50 la tragedia (Parte prima)

Sora24 ha deciso di commemorare il terremoto della Marsica – che 97 anni fa, il 13 Gennaio 1915 alle ore 07.50, devastò la Città di Sora mietendo oltre seicento vittime e distrusse più del cinquanta per cento del suo patrimonio – dedicandogli uno speciale con alcuni contributi di Eugenio Maria Beranger, storico dell’Alta Terra di Lavoro (cosi ama definirsi), che ringraziamo per la gentile disponibilità riservata nei nostri confronti e per averci autorizzato alla pubblicazione. Il materiale in esame e tratto dalla pubblicazione “13 gennaio 1915 – il terremoto nella Marsica” a cura di Sergio Castenetto e Fabrizio Galadini – promosso dalla Agenzia della Protezione Civile edito nel 1999.

Gli effetti del sisma del 13 gennaio 1915 nella Valle Roveto e nella media Valle del Liri sono stati finora pochissimo indagati dagli studiosi, nonostante il terremoto abbia causato gravissimi danni al patrimonio storico-artistico e determinato ingenti mutamenti nel tessuto sociale ed economico delle due aree geografiche. Risale al 26 settembre 1915 l’ultimazione del manoscritto di Domenico Santoro sui terremoti della Campania settentrionale edito, però, solo settanta anni dopo dal Centro di Studi Sorani <<Vincenzo Patriarca>> nel 1985(…) In allegato al volume fu pubblicata la ristampa anastatica del fasc. n. 10 de la Voce de Liri, periodico del Circondario di Sora dove sono contenute alcune notizie relative alla distruzione causate dal terremoto ed all’opera svolta dal prof. Oreste Siviero (Funzionario della Soprintendenza ai Monumenti della Campania) in favore del recupero di oggetti mobili di interesse storico-artistico restituiti durante lo scavo delle macerie degli edifici crollati nella città di Sora.(…)

Interessante è anche la documentazione illustrativa di corredo rappresentata sia da cartoline sia da fotografie dell’epoca, fonti insostituibili per verificare i danni arrecati(…) Otto anni dopo esce il volume dedicato al centro di Sora e curato da Vincenzo Paniccia (1990); esso raccoglie la semplice trascrizione di alcuni articoli usciti sualla stampa nazionale nei giorni 13 gennaio – 20 marzo 1915. Nelle pagine finali del libro sotto la dizione <> vengono offerti al lettore flash sui monumenti danneggiati o distrutti dal sisma ed il testo di alcune epigrafi(…)ci riferiamo, in particolare, alla lapide funebre eretta nella cripta della cappella di S. Francesco al Cimitero in memoria di Beniamino Terenzi che riattivò, in un vagone ferroviario, il servizio telegrafico comunicando così a Roma l’entità del disastro nel capoluogo lirino, ed a quella dettata da Francesco Biancale per il nuovo Ospedale Civile parzialmente finanziato dalla pietà piemontese.(…)

Dopo questa doverosa premessa su quanto ad oggi disponibile, crediamo necessario spendere due parole sull’impostazione della presente indagine. L’assenza di una adeguata letteratura storica sul tragico evento e sui problemi ad esso connessi(…) ci ha spinto in questa sede ad affrontare esclusivamente i primi due argomenti limitando il campo dell’indagine ai seguenti Istituti culturali romani: la Biblioteca Centrale Nazionale (per l’esame della stampa quotidiana) e l’Archivio Centrale dello Stato. Presso l’Emeroteca della Biblioteca Nazionale abbiamo effettuato, per la ricostruzione dei soccorsi, lo spoglio dei seguenti quotidiani: Avanti!, Il Corriere della Sera, Il Giornale d’Italia, Il Lavoro, Il Mattino, Il Messaggero, La Nazione, Il Popolo d’Italia, Roma, La Stampa, La Tribuna, L’Unione relativamente al periodo compreso tra il 13 gennaio ed il 31 marzo 1915.(…) Viceversa, considerata la peculiarità del tema, abbiamo esteso alle seguenti testate l’indagine sui danni al patrimonio storico-artistico: L’Avanguardia, Azione Socialista, La Concordia, Dona Marzio, L’Economista d’Italia, Fanfulla della Domenica, Il Giorno, L’Idea Nazionale, La Libertà, Osservatore Romano, Il Piccolo, Giornale d’Italia, Il Popolo Romano, Il Resto del Carlino, La Patria, La vera Roma, La Vita e La Vittoria.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu