3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 704 VOLTE

SPIGOLATURE DI FINE SETTIMANA (di Rodolfo Damiani)

Nelle more dell’attesa dell’annuncio della nuova giunta, siamo a stigmatizzare dei corsi e ricorsi che a Sora succedono con preoccupante regolarità. Ad urne aperte dopo le regionali, chi non aveva gli occhi chiusi, percepì che c’erano stati comportamenti non in linea con quanto molti avevano dichiarato. Personaggi estranei a Sora che avevano preso voti proprio nelle roccaforti del Candidato di punta della città. Malgrado ciò nessuno volle fare un’analisi franca e trasparente del voto e di chi c’era dietro. Credo che questo ha indebolito Sora, qualunque sia il colore del cuore di chi ha votato. Elezioni elitarie per la Provincia, di fatto l’elezione del CLUB dei politici, in cui i cittadini, unici depositari del voto, sono stati estromessi alla luce dei principi di DEMOCRAZIA ATTENUATA oggi imperanti, per SORA non è cambiato nulla, sembra che il Sindaco Tersigni, malgrado la riconferma della fiducia in consiglio Comunale, sia stato vittima del fuoco amico: NON SAREBBE IL CASO DI VEDERCI CHIARO. Sora è già emarginata da una classe politica provinciale, che avrebbe ben figurato nelle dispute di quartiere, senza bisogno di franchi tiratori a tempo perso. Venerdì i Pentastelluti alle 17 prenderanno posizione sul problema ATO 5, spero che si chiarisca a molti benpensanti cosa hanno significato le privatizzazioni all’italiana e le leggi di mercato alla B………

Passando alla cultura il week end si annuncia ghiotto di realizzazioni, che promuovono veramente il territorio. Sabato mattina inaugurazione ufficiale dell’affresco del M° Vico Calabrò realizzato in Comune, il successo dell’opera sarà anche una giusta ricompensa alla Poetessa Rosalba Di Vona che ha lottato perché l’opera si realizzasse, complimenti a Rosalba e con Lei anche a Tiziana Di Vito altra determinata zelatrice dell’opera. Domenica giornata di ingorgo culturale, alle ore 17.30, a San Francesco, si terrà il concerto d’onore per il maestro Vico Calabrò e la sua opera, primo momento del progetto “Sora Città degli Affreschi”, con la partecipazione degli epigoni dei concerti vocali e strumentali e del M° Rocco Merolle che ha reso in musica l’essenza dell’affresco: la soranità, la tradizione, la fede, l’operosità, la satira le radici di questa città. Sempre domenica alle ore 18.00 si inaugura dopo una attesa immemorabile, quello che è stato il sogno di schiere di amministratori, l’AUDITORIUM. Finalmente Sora avrà una struttura dedicata allo spettacolo e alla convegnistica con tutti i crismi. Tutto bello, tutto bene c’è un solo problema, che ci ha angustiato più volte anche in estate, nessuno ha il dono dell’ubiquità per essere in due luoghi contemporaneamente. Visto che i sorano non hanno questa qualità e visto che la data non è modificabile per ragioni che ci sfuggono, chiediamo al Sindaco, al Vicesindaco, all’Assessorato se è possibile modificare gli orari e permettere a chi lo desideri di assistere a due momenti importanti della vita di Sora.

Rodolfo Damiani

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu