4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 284 VOLTE

SPIGOLATURE XV (di Rodolfo Damiani)

Con soddisfazione vedo che qualche mia provocazione produce reazioni, evidentemente c’è ancora chi ha idee proprie e non porta il cervello all’ammasso. Il combattere e ribattere le tesi degli altri è però altra cosa dall’intransigenza nella dialettica, che spesso porta alla intolleranza per le idee degli altri. Il confronto delle idee è il sale della democrazia, il voler imporre assiomaticamente le proprie idee agli altri è altra cosa.

Per esempio quando si giudica un evento ci sono parametri oggettivi, ce ne sono di sono soggettivi: per la stessa manifestazione confrontarla con quella di un’altra città è un giudizio comparativo; valutare con i criteri delle Forze dell’Ordine i presenti è un criterio oggettivo; quando si dice si è speso troppo o troppo poco senza relativizzarlo ad un parametro adeguato non emettiamo un parere oggettivo ma solo una nostra impressione.

Sulla disputa semantica dell’uso della prima persona plurale, è noto a tutti che può trattarsi di “Pluralis maiestatis”, ma essendo una forma o un espediente retorico, assume il nome e il significato nel contesto a cui si riferisce, può così essere didattico,narrativo, ottativo e spesso inclusivo…

Di solito quando esprimo un giudizio, lo esprimo rispetto ad una fattispecie di riferimento, cercare di inficiarlo con considerazioni parametrate su altro non ha significato, anzi dimostra mancanza di argomenti nella fattispecie. In genere quando si conclude una trattativa , se tutte e due le parti sono moderatamente scontenti , l’accordo – è buono, alla stessa maniera quando un articolo ha reazioni vivaci da parti contrapposte vuol dire che ha toccato imparzialmente punti dolenti di ognuna.

Un’ indagine randomizzata è certo una risposta parziale e di tendenza e di solito si fa non per processare qualcuno ma per capire le aspettative di una platea disomogenea. Comunque bravo Cristian se riesci a fare una indagine totale, che per raggiungere tutti deve avere una regolamentazione molto garantista e un numero adeguato di controllori e di elaboratori. Comunque è un’idea da prendere in considerazione. Sai Cristian, vorrei che rileggessi quello che scrivevo il 17 marzo, poi insieme rileggiamo l’ultimo articolo , che va letto non scorso .

Per me la Verità Rivelata è solo quella del Vangelo, anche se mi sforzo di dire quella che per me è la verità, senza preoccuparmi a chi porta gli onori. Le persone a cui non lesino lodi sono gli artisti che sono degni di considerazione solo perché ci mettono la faccia e una intollerante stroncatura potrebbe toglier loro il pane dalla bocca.
Come riconoscere professionalità e cortesia al Personale dell’Assessorato alla Cultura non significa includere necessariamente l’Assessore; un evento si compone di più parti : la decisione politica, la realizzazione specifica, gli atti complementari, la risposta della gente e così vanno segmentati i giudizi.

DA GALLONI a GALLONI
Ricordate Galloni, un vecchio politico democristiano, che faceva onore al Partito Interclassista dei Cristiani , un Uomo che non cercava “mance” né le accettava, rispettoso di tutti, ligio alla disciplina di partito, un grand commis d’etat, un Uomo per cui la politica era servizio alla collettività .

Il 3 ottobre, grazie al Movimento 5 Stelle, abbiamo avuto il privilegio di ascoltare suo figlio Nino, un economista ormai lanciato verso meritati onori accademici. Un professore che è capace di dire le verità più scomode con pacatezza e senza commentare gli atteggiamenti censurabili. Ha decretato con la sua semplicità una rinata attenzione per l’Economia, quell’economia di cui troppi parlano senza avere alcuna nozione globale . Fa piacere sentire esporre criteri regole e normative con un linguaggio alla portata di tutti e soprattutto fa piacere sentire studiosi che non temono di esporre le proprie idee in piena autonomia. Il seme degli intellettuali liberi e libertari non si è perso. Buon sangue non mente.

IL MUSEO
Invito tutti con attenzione a seguire l’evoluzione del museo che pur rimanendo se stesso espande il concetto di museo sul territorio e fa del territorio una nuova specie di sala espositiva. E’ bello pensare di avere il più grande museo del mondo che coniughi storia, natura ed arte.

SORA
Non abbiamo più notizie di Sorattiva, non abbiamo più notizie della Consulta del Commercio, non abbiamo più notizie delle vendite in filiera breve, non abbiamo più notizie degli sconti per gli anziani sui generi di prima necessità, e qui mi fermo.
Le città si immaginano, si programmano, si rinnovano, sarebbe il caso di lanciare un Concorso tecnico sulla programmazione di Sora da oggi a 20 anni , con mezzi, obiettivi, trasformazioni , abbellimenti e sviluppo. Ho proposto questa cosa molte volte, ma non piace…

I BILANCI COMUNALI non sono più una preoccupazione, basta avere un paio di AUTOVELOX e va tutto a posto. Comunque ci dovrebbe essere almeno qualche limite, oggi 3 ottobre sulla Sora Frosinone in prossimità dello svincolo d Veroli oltre al nuovo

AUTOVELOX a fine discesa, poco prima c’era una macchina dei Vigili Urbani con dispositivo di controllo, chissà a cosa serviranno questi soldi?

Comunque state saldi
NO PASERAN NON PRAEVALEBUNT

DEMOFILO al secolo Rodolfo Damiani

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu