6 novembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 122 VOLTE

SPIGOLATURE XVIII (di Rodolfo Damiani)

CC. E G.d.F. – Un encomio megalitico ai due Corpi Militari che con mille sacrifici e una operatività altamente professionale fronteggiano il malaffare endemico che minaccia tutti gli aspetti economici della vita nazionale. Dobbiamo far sentire a tutti gli uomini che vestono una divisa la nostra vicinanza e il nostro appoggio morale. Ricordiamoci che sono sempre più presidio per la democrazia e la tutela dei diritti. Nell’arbitrio più completo di chi si crede sopra la legge, invece non si accorge di essere un fuorilegge, questi oscuri servitori dello stato continuano in umiltà e per l’innato senso del dovere a portare avanti la difesa della legge. ONORE a Voi, su voi poggia la speranza di un’Italia migliore.

ALCUNE VERITA’ – Tra idee espresse e minoranze troppo silenziose, abbiamo alcune campionature frutto dell’interpolazione di dati nazionali ed internazionali di grande interesse. Come i cittadini percepiscono:

  • gli emolumenti dei politici: l’83% assolutamente immeritati il 13% un male necessario
  • gli stipendi dei dirigenti di stato: per il 73% andrebbero ridotti drasticamente, per il 18% dovrebbero guadagnarseli
  • la liquidazione dei manager privati: 54% tanto paga pantalone, 34%alcuni la meritano
  • gli stipendi dei manager privati: 38% troppi rispetto ai risultati, 50% sanno prendersi grandi responsabilità

Un atto di accusa impietoso, ma sorretto da grosse prove di incapacità. Come le suore ospedaliere di una volta chiudiamo con “SOLO DIO CI PUO’.

E LO SCANDALO CONTINUA – Uno dei miei quattro lettori affezionati mi ha inviato una lunga lettera sulla inutilità del Parlamento Italiano , visto il voto a blocchi , e che nessuno riesce a dissentire dal suo capo corrente. Per esemplificare basti pensare ai passaggi da ICI a IMU a TARES a…  in cui gli stessi che abolivano un livello ne riproponevano uno più caro con lo slogan di diminuire le tasse e basterebbe controllare gli atti parlamentari per capire la mistificazione che in 10 anni ha solo aumentato il carico complessivo. Gli unici che prosperano indebitamente, dice sempre il mio lettore, sono i parlamentari, di cui mi invia un capillare foglio paga, che io riassumo:

  • Indennità, diaria, sese per collegio e portaborse € 20.000 lordi netto circa 13/14.000
  • Liquidazione 80% dell’indennitàdi un mese per gli anni di mandato
  • Assegno vitalizio da un minimo del 25% ad un massimo dell’80% dell’indennità secondo anzianità
  • A questo si aggiunge circa 3500 € per viaggi da casa all’aeroporto, 3.100 € per viaggi studio e dulcis in fundo spese telefoniche 3.000 euro, poverini non sanno fare i conti e quindi non capiscono che con le tariffe telefoniche attuali tutto compreso potrebbero intanto ridursi la spesa telefonica.
  • Infine una serie di regalie ingiustificate quali tutto gratis autostrade, aerei, treni e navi e così via.

Sono troppi, troppo costosi, troppo inconcludenti, il troppo “stroppia”.

DUE PESI E DUE MISURE – Mentre si accapigliano per un problema personale di chi è incorso nei rigori della legge per questioni fiscali, mentre problemi di alcova turbano i sonni di colui a cui per qualcuno tutto è lecito, i MARO’ sono ancora trattenuti illegalmente in Industan. Sarebbe il caso di tirare le orecchie a coloro che abbiamo mandato a rappresentarci e a tagliare il naso a chi ogni tanto con noia ci dice che siamo prossimi alla soluzione. Quale? Come? Non stiamo facendo molto per liberare i MARO’ ma un partito di nuova costituzione li vuole avvilire presentandoli al parlamento. Una fine storia che ci da la misura del cinismo del nostri Furbetti…

Comuque STATE CALMI NO PASERAN NON PRAEVALEBUNT
DEMOFILO al secolo Rodolfo Damiani

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu