4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 153 VOLTE

SPIGOLATURE XXV (di Rodolfo Damiani)

USI OBBEDIR……. L’Arma dei Carabinieri compie 200 anni. Con un occhio alla tradizione e tutta tesa al futuro, l’Arma rimane l’istituzione più salda , radicata e dinamica di questa Italia squinternata. Commovente nella sua fedeltà , con fede incrollabile nei comandi, con spirito di sacrificio fino all’estremo il Militare dell’Arma è sempre un punto di riferimento adeguato ad ogni situazione. I CARABINIERI professano una sola fede, quella dell’onore , hanno una sola filosofia la difesa dello stato , perseguono un solo obiettivo la tutela del cittadino. Propongo che si denomini l’anno in corso 2014 ANNO DEL CARABINIERE

I MARO’
Che vergogna !!!! Ministri superpagati, una classe politica ripiegata solo sui propri interessi , alcuni che si definiscono leader solo a tutela dei propri egoismi , finalmente, era ora, si accorgono che , a fronte delle gite fatte dai nostri inviati in Industan , con ostentazione di fiducia , o con risposte di esiti positivo entro pochi giorni c’è la dura realtà degli Industani , che dopo due anni ancora non hanno formalizzato una accusa , ma che ci stanno sottoponendo ad una doccia scozzese di notizie , che ci fanno apparire completamente in balia di questo popolo violentissimo , pur con i suoi metodi da non violenza.
DIMETTETEVI , per incompetenza, per pigrizia operativa, per inadeguatezza mentale, per vilta’, per menefreghismo.
Dopo due anni di vergognosa inerzia, state cercando di fare quello che andava fatto subito ISOLARE L’INDUSTAN DIPLOMATICAMENTE , nei consessi internazionali favorire sempre i concorrenti contro Nuova Dheli , additare al mondo l’Industan come una nazione dove non si rispettano i Diritti Umani , dare il nostro appoggio ai movimenti eversivi all’interno della Federazione Industana , creare problemi ai loro commerci e pretendere il sostegno dei nostri alleati.
Visto che i nostri soldati debbono versare il loro sangue in tutto il mondo ma non ricevono in questa evenienza l’unico ordine che farebbe di noi una Nazione gelosa del proprio onore e degna erede degli eroi di cento battaglie, l’ordine che non ebbero paura di dare gli Israeliani quando liberarono i loro prigionieri ad Entebbe. IATEVENNE ALLA CASA
Purtroppo stanno provvedendo a rimanere, tutti d’accordo sulle liste senza preferenze. E’ vero dopo l’inciucio tra l’imbonitore del mercatino di San Lorenzo e il riabilitato siamo meno liberi. Giorgio pensaci tu

LA SANITA’
Un pozzo senza fine , la riprova , ma non ne avevamo bisogno, della rapacità di una classe politica che ormai ritiene la sanità come una sua rendita riservata. Nel lazio poi siamo alla mancata assistenza e alla discriminazione territoriale dei cittadini.
Negli ultimi giorni stanno affiorando tutte le bugie e le discriminazione che , come per la Provincia di Frosinone, hanno depauperato l’offerta terapeutica. Andiamo con ordine : i cittadini del Lazio stanno pagando le gestioni “Creative “ di Storace , Marrazzo e Polverini nel passato , le promesse da marinaio di Zingaretti al presente. Il momento critico che pesa e discrimina nel Lazio è la scelta illegittima di dividere la Regione in macroaree , con il risultato di ridurre all’insufficienza la rete ospedaliera delle Province a vantaggio di Roma. Dopo una serie di prese di posizione e di promesse che davano come abrogata la norma della Polverini sulle Macroaree , abbiamo appreso che il decreto è vivo e vegeto e continua a discriminarci. Però dopo il danno non vorremmo anche le beffe , infatti qualche illustre politico regionale che votò a favore delle macroaree, che in campagna elettorale si disse convinto che dovevano essere soppresse, che poi ci ha detto che non esistevano più, nel momento che tutti si sono accorti che stanno li a rovinare la sanità, si permettono di chiamare i cittadini alla lotta contro la loro creatura. Nel medio evo sarebbero stati tacciati di fellonia non sono degni di rappresentare i cittadini , oggi dovremmo dire loro che non sono credibili, sperando che abbiano l’onestà morale di dimettersi. Di un cinismo unico la risposta sui Pronto Soccorso Ciociari : Rispetto a quelli di Roma , non state tanto male. Spero che questi Signori non abbiano mai bisogno di un ricovero urgente. Una domanda , dopo le visita di Zingaretti, della Bianchi, di <Abruzzese, di Buschini, con la richiesta di pro memoria con cui poi intervenire, inutile e offensiva lavata di faccia, la Ministra della Sanità cosa viene a fare, visto che non ha alcuna voce in capitolo??????

LE RIFORME
Parola carismatica, che apre scenari favolosi .Tutti ne parlano, tutti le vogliono fare, nessuno entra poi nel merito, per cui il cittadino immagina una cosa da paradiso. Guardate non è assolutamente così , l’unica riforma che permetterebbe di ripartire è quella che prevede di mandarli tutti a casa e chi ha problemi con la giustizia venga associato alle patrie galere.
Ancora , mi sembra che i rei condannati in via definitiva non dovrebbero gestire la cosa pubblica, ma allora un certo segretario razzola male e predica peggio.

Comunque state saldi
NO PASERAN NON PRAEVALEBUNT
DEMOFILO

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu