1’ di lettura

Stefano D’Orazio, il ricordo della moglie: «Non l’ho potuto salutare né fargli una carezza»

A pochi giorni dal funerale dello storico batterista dei Pooh, sua moglie Tiziana Giardoni ricorda l'ultima volta in cui ha visto il suo amato marito: Non riesco a cancellare quella notte, se ne è andato con il 118 guardandomi con lo sguardo impaurito e perso».

Stefano D’Orazio ci ha lasciato il 6 Novembre e i suoi funerali si sono svolti tre giorni dopo nella Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo a Roma. Tiziana Giardoni, sua moglie da 13 anni, non riesce a superare il drammatico momento. Sul suo profilo social campeggia una scritta importante: “Gli ostacoli sono fatti per essere superati”. Le auguriamo con tutto il cuore di superare quello più duro, rappresentato dalla perdita del suo caro e grande amore.

In un’intervista pubblicata sul Corriere della Sera, la moglie dello storico batterista dei Pooh ha reso perfettamente l’idea di quanto possa essere duro il distacco da un familiare in questo drammatico 2020 caratterizzato dalla pandemia da : «Non riesco a cancellare quella notte in cui ho visto Stefano per l’ultima volta» – ha detto. D’Orazio aveva 39 e mezzo di febbre ed è stato portato via dagli operatori sanitari dopo la chiamata effettuata dalla stessa Giardoni.

«Se ne è andato con il 118 guardandomi con lo sguardo impaurito e perso – ha aggiunto la signora. Non l’ho potuto salutare, né fargli una carezza: lui ne aveva bisogno, perché noi ci addormentavamo così. Tiziana ha provato a salire sull’ambulanza, continuava a dire di avere anche lei il Covid, ma alla fine ha dovuto desistere. Marito e moglie erano risultati positivi alcuni giorni prima, ma inizialmente i sintomi sembravano lievi per Stefano. Poi, come accaduto in tante altre situazioni, il deciso peggioramento e infine il decesso.

Ieri sera, la signora D’Orazio ha affidato al social il suo stato d’animo. Questo lo struggente post che ha pubblicato in serata «Sarò forte così come avresti voluto… mi prenderò cura di me perché questo è quello che volevi… Continuerò a sorridere perché tu amavi il mio sorriso… Porterò avanti i tuoi progetti perché hai speso tutte le tue energie per completarli. Ma dammi del tempo amore mio grande… non riesco a sopportare la tua assenza… non ce la faccio… sento tanto dolore… e ho il cuore a pezzi… non mi bastano i ricordi… mi manca il tuo respiro… la tua allegria… le tue carezze… mi manca l’aria… mi manca la forza… mi manchi tu!».

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mirella
6 mesi fa

In tantissimi amiamo i Pooh, in tantissimi amiamo Stefano. Non possiamo fare a meno di amare te, cara Tiziana, in questo tempo di dolore immenso. Non sentirti sola, Stefano c’è. Dio ti doni sempre la grazia della Fede e la pace del cuore.

Notizie del giorno