1’ di lettura

COMUNICATO STAMPA

Superata l’emergenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale SS. Trinità di Sora

Il Presidio ha avuto l’assegnazione di 450 ore in più che corrispondono al monte ore di tre medici da affiancare al personale già operativo. Inoltre, a breve arriverà una Tac di ultima generazione, verrà assegnato un nuovo acceleratore lineare e sarà montata, successivamente, anche una Pet-Tac.

Superata l’emergenza al Pronto Soccorso del Santissima Trinità di Sora. È la più recente importante novità per il nosocomio sorano dove si continua a lavorare per implementare tutti i servizi.

Ne abbiamo parlato con il Direttore Sanitario Dott. Massimo Menichini.

Direttore, partiamo dal Pronto Soccorso
Ci eravamo posti l’obiettivo di superare l’emergenza al Pronto Soccorso del Santissima Trinità e lo abbiamo centrato. Attraverso una convenzione con una cooperativa, il Presidio ha avuto l’assegnazione di 450 ore in più che corrispondono al monte ore di tre medici da affiancare al personale già operativo. Questo ci permetterà di coprire tutti i turni e rispondere in maniera ancor più concreta e puntuale alle esigenze della cittadinanza. Non è questa l’unica novità rilevante per il Pronto Soccorso perché sono già partiti i programmati lavori di ampliamento della struttura.

Su quali altri servizi si sta lavorando?
Stanno per partire i lavori per la seconda sala di endoscopia che ci permetterà di abbattere le liste d’attesa, avremo a breve una nuova Tac di ultima generazione, verrà assegnato un nuovo acceleratore lineare e sarà montata, successivamente, anche una Pet-Tac. Altro aspetto da sottolineare è quello relativo ai lavori di ristrutturazione del reparto ostetricia-ginecologia e quello di pediatria che sono in partenza. Possiamo affermare di trovarci in una fase di sviluppo e rilancio per il nostro ospedale che sta ampliando servizi e offerta sanitaria.

Cosa ci può dire sulla questione delle zanzare?
Il problema direi che è in via di risoluzione. Adesso stiamo procedendo con disinfestazioni costanti e da lunedì inizierà il montaggio delle zanzariere partendo dal reparto di medicina per poi proseguire a tutti i reparti di degenza.

Qualcuno parla di dover difendere l’ospedale
Certe affermazioni lasciano perplessi perché mi chiedo da cosa e da chi dovrebbe essere difeso l’ospedale?! Noi lavoriamo tutti i giorni h24 per migliorarne i servizi, renderla più efficiente e seguire le indicazioni che ci vengono fornite da Ministero e Regione. Al di sotto di queste previsioni non dobbiamo andare e nessuno ha mai pensato di farlo, né la precedente direzione né, certamente, la nuova.

In ultima analisi
E’ opportuno sottolineare come l’ospedale di Sora sia perfettamente pronto ad affrontare il periodo estivo, non ci saranno ridimensionamenti delle attività, la struttura ospedaliera continuerà a lavorare come sempre fatto.