Superstrada Sora-Ferentino: tornano in funzione due autovelox

Occhi elettronici di nuovo "aperti" sulla trafficatissima superstrada che collega Sora all'autostrada Milano-Napoli.

Gli autovelox ubicati sulla superstrada nei comuni di Veroli, a pochi metri dall’uscita del Giglio in direzione Ferentino, e di Monte San Giovanni Campano, a pochi metri dall’uscita di Castelliri in direzione Sora, torneranno in funzione dal 1° Marzo.

La sospensione del funzionamento degli strumento per la rilevazione della velocità fu stabilita con decreto prefettizio nello scorso mese di Novembre 2019. Qualche giorno il decreto è stato parzialmente revocato. da domenica prossima, quindi, due dei quattro occhi elettronici della trafficata superstrada (gli altri due sono in territorio di Ferentino), saranno di nuovo “aperti”.

NECROLOGI

Ci ha lasciato Rocco Di Passio

Si è spento a Colleferro, presso l'Ospedale "L. Parodi Delfino".

EVENTI

"Coronavirus: la Terza Guerra Mondiale è contro un nemico invisibile", presentazione a Sora per il libro di Gianluca Pistore

Per consentire un’ampia diffusione della manifestazione, la presentazione sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook del Comune di ...

POLITICA

SORA - Nuovo Assessore per la Giunta De Donatis, è Natalino Coletta

Queste le deleghe: Ambiente e rapporti con la Società Ambiente e Salute Surl; Mobilità Sostenibile e misure tese alla sostenibilità ...

SPORT

CALCIO - La Co.Vi.So.D. esprime parere positivo sulla richiesta di ammissione in Serie D del Sora

Ora si attendono le graduatorie definitive, che verranno compilate ai primi di agosto.

EVENTI

SORA - Apre l'Archivio dedicato ad Antonio Valente, magnifico "scrigno" del genio di Lungoliri Rosati

Il Comune di Sora ha accettato di ospitare l’Archivio VALENTE-DEL FAVERO (questa la titolazione completa), su richiesta e interessamento ...

SPORT

#CuoreFedePassione, un impegno che l'Argos vuole continuare a onorare

Giannetti ringrazia per la solidarietà dimostrata negli ultimi giorni dall'ambiente ecclesiastico attraverso il comunicato a firma di Don Domenico Simeone.