Teatro: Altri due appuntamenti ad Alvito con la Commedia di Dario Fo messa in scena dagli studenti del Liceo Classico di Sora

Il Liceo Classico di Sora in sinergia con il laboratorio teatrale Fabula XI dopo il successo di pubblico nelle due prime rappresentazioni al Supercinema di Sora, il 20 maggio (ore 19) al teatro comunale di Alvito e il 27 maggio alle ore 19 metteranno di nuovo in scena la commedia “Isabella, tre caravelle e un cacciaballe” opera adattata di Dario Fo. Daranno vita allo spettacolo diretto dal regista Ivano Capocciama gli allievi di tutte le classi del liceo Simoncelli del dirigente scolastico Osvaldo Torni. Lo spettacolo di 100 minuti fa parte di un progetto storico promosso dalle insegnanti Restituta Rea e Vincenza Simeone. La scenografia della piece teatrale è stata curata da tre senografi dell’accademia di Belle Arti di Frosinone: Simona Orsini, Enrico Quadrozzi ed Eleonora Terrinoni.L’ingresso alle due serate è libero.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Local Marketing
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 22 Settembre 2020.

MESSAGGIO PROMOZIONALE

L'evento avrà luogo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili dal 12 al 20 Settembre.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...

Nicola Guida debutta a Vallelunga sulla CUPRA della Scuderia del Girasole

L’imprenditore romano è un rookie del TCR Italy e dopo aver già disputato i primi tre round della stagione, gareggerà ...

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università ...

Cerchi un bed and breakfast a Roma centro? Te ne consigliamo uno veramente centrale

Scegliere il luogo del proprio pernottamento romano è facile o complicato, dipende dai punti di vista, perché l’assortimento è così vasto ...