29" di lettura

RICORRENZE

Terremoto del 13 Gennaio 1915: Sora non dimentica

400 morti, più del 50% degli edifici distrutti: in pochi secondi le certezze di Sora, al tempo capoluogo distrettuale dell'Alta Terra di Lavoro, con annessa Sottoprefettura, divennero polvere. Appena qualche mese dopo, l'Italia entrò nel primo conflitto mondiale.

Questa mattina il Sindaco Luca Di Stefano ha deposto un omaggio floreale alla lapide posta di fianco il palazzo municipale e alla stele situata in piazza Santa Restituta, che ricordano le vittime del devastante terremoto della Marsica che devastò la Città di Sora nel 1915.

Il Sindaco si è fermato in un minuto di raccoglimento per ricordare le vittime di un avvenimento che ha segnato la storia della nostra Città.