Tobia Di Monte: storia di un gigante della vita

Ha lottato da gigante contro una malattia che non lo ha risparmiato, ma ha comunque vinto alla grande la sua battaglia con l'imperituro esempio di amore per la vita che ci lascia.

Venerdì notte si è spento Tobia Di Monte, 23enne nazionale di basket in carrozzella. Nato a Napoli il 20 Luglio 1996, Tobia risiedeva da tempo ad Alatri e in giovanissima età era stato una promessa del Frosinone Calcio. Poi, a causa di un sarcoma, gli venne amputata la gamba destra e niente più calcio. Ma Tobia non si arrese: al contrario continuò a praticare la sua grande vocazione, quella per lo sport, iniziando a giocare a basket in carrozzina e arrivando, in pochi anni, fino alla maglia azzurra.

Un campione di coraggio, gentilezza e lealtà», lo hanno definito su Facebook. «Un esempio di supremo amore per la vita», ha aggiunto chi ha avuto l’onore di conoscerlo. La malattia, purtroppo, non ha avuto pietà, non l’ha risparmiato: ma Tobia l’ha comunque vinta con il suo esempio, che resterà per sempre un faro per coloro che restano.

«La morte di Tobia Di Monte ha sconvolto tutti noi – ha affermato Piergiorgio Fascina, segretario regionale Federazione italiana pallacanestro in carrozzina – Un giovane atleta, un talento della nostra nazionale, ma soprattutto un ragazzo che con il suo modo di fare ha conquistato velocemente i nostri cuori. Partecipiamo con il presidente Fipic, Fernando Zappile, al dolore dei familiari del nostro caro Tobia».

NECROLOGI

È venuta a mancare Nerina Letizia De Santis

Si è spenta a Sora presso l'Ospedale SS. Trinità.

CRONACA

SORA - Scuole sicure: l'Aves Misericordia "in cattedra" alla "Arduino Carbone" (IC 1)

Due giornate davvero professionalmente ed emotivamente impegnative.

POLITICA

SORA - Mobilità sostenibile, 10 biciclette in comodato d’uso ai dipendenti comunali

I mezzi potranno essere utilizzati dal personale per gli spostamenti casa-lavoro nel raggio di 6 km.