“Trovare subito un’alternativa alla sede del Commissariato della Polizia di Stato di Sora”

La nota della sez. "Antonio Gramsci" di Rifondazione Comunista.

Apprendiamo dalla stampa che la sede del commissariato di Sora è inadeguato e fuori norma per gli attuali standard di legge, e questo non crediamo sia l’ideale soprattutto per le Donne e gli Uomini che vi prestano servizio e per la vastità del territorio a cui va garantita la sicurezza quotidiana. Questo ci è confermato da alcune organizzazioni sindacali che abbiamo avuto modo di contattare personalmente, a cui ribadiamo la nostra totale disponibilità a sostenerne le eventuali iniziative che se necessario saranno messe in campo.

Il nostro appello è alle istituzioni interessate, in particolare al Sindaco di Sora, che deve fare tutto quello che è in suo potere per far si che il Commissariato abbia una sede nuova e funzionale, e che la città di Sora non perda un presidio importante di legalità per la Sicurezza del territorio. Ci rivolgiamo anche a tutte le altre istituzioni coinvolte, in primis al Ministero degli Interni, che deve far restare l’importante sede nella Città di Sora, in quanto rappresenta il centro di un territorio vasto che avrebbe bisogno di più Agenti e più Mezzi per garantire la sicurezza che nonostante tutto è garantito in modo ottimale grazie anche ai tanti sforzi delle Lavoratrici e dei Lavoratori.

Sicurezza da garantire in particolare nelle ore notturne, dove i piccoli centri vicino a Sora sono abbandonati a se stessi e questo accade perché i pochi agenti e le poche volanti impegnate non possono essere presenti dappertutto. Ci auguriamo pertanto un rafforzamento necessario di uomini e mezzi. Volevamo infine esprimere solidarietà come circolo di Rifondazione Comunista agli Agenti aggrediti nei giorni scorsi. Tali aggressioni sono la dimostrazione pratica di quanto sosteniamo in questo comunicato.