3 anni fa

Un intero gregge di pecore in mezzo alla carreggiata sulla Sora – Ferentino

Suscita un sorriso amaro l'articolo di Massimiliano Pistilli pubblicato oggi dal quotidiano Il Nuovogiorno. Tutto nasce dalla foto, inviata da un lettore del giornale, in cui è immortalato un gregge di pecore fermo in mezzo alla carreggiata della superstrada Sora - Ferentino.

Scrive Pistilli: «Ormai lungo la superstrada Sora-Ferentino si verifica di tutto. Qualche giorno fa un automobilista ci ha inviato questa foto, che mostra un’anomala presenza sul tratto della superstrada. Quella di un gregge di pecore che, forse, grazie a qualche “buco” nelle protezioni lungo l’importante arteria, ha pensato bene di accorciare i tempi e attraversare la strada. Mettendo però in serio rischio l’incolumità degli automobilisti che comunque sfrecciano a velocità importanti.

Un appello quindi all’Astral ad una verifica di tutte le protezioni lungo il tratto viario. Non è escluso, infatti, che metri di rete siano stati trafugati. Non è infatti la prima volta che giungono queste segnalazioni, in alcuni casi cavalli e mucche, ma mai un gregge di pecore tutto insieme.

Se un automobilista se lo dovesse trovare di fronte dopo una semi-curva racconteremmo un’altra, e non positiva, storia. Ed a proposito di avvenimenti curiosi, ieri prima dell’uscita di Tecchiena Castello un mezzo pesante ha perso una enorme balla di fieno, e grazie alle segnalazioni di alcuni automobilisti questa è stata prima posta ai margini della strada e poi rimossa.

Ma il segnale che occorre sempre tenere alta la attenzione nel percorrere la strada, anche se in questa circostanza si tratta di un fatto che può accadere. Di certo quello che serve è una azione di monitoraggio del tratto da Ferentino a Sora, e fare le dovute verifiche. Come alcune piccole frane che ci sono state segnalate e sulle quali a breve torneremo. Sulla sicurezza non serve fare ironia, quindi siamo certi che l’Astral interverrà. Sperando però non nella tempistica fino ad oggi avuta nel realizzare le due rotatorie alle uscite di Tecchiena ed Alatri, progettate e mai realizzate!»

Commenti

wpDiscuz
Menu