2’ di lettura

COMUNICATO STAMPA

Un nuovo inizio per la ferrovia Avezzano-Sora-Roccasecca: dopo 50 anni gli ATR 220 al posto delle littorine

Emilio Cancelli e Rosaria Villa, da oltre dieci anni in prima linea per la difesa della tratta, spiegano le ultime novità.

Redazione Sora24
Redazione

Domenica 19 novembre 2023: una data da segnare per la storia della ferrovia Avezzano Roccasecca. Per la prima volta dopo 50 anni di assoluto dominio delle ALn 668 (nelle varie serie assegnate ai depositi locomotive di riferimento), un nuovo treno viene impiegato nel servizio ordinario: si tratta degli ATR 220 “Swing”, acquistati da Trenitalia qualche anno fa per il rinnovo della flotta regionale da impiegare su linee a trazione termica. Gli ATR 220 sono treni a tre casse, con accesso facilitato e pedana per i portatori di handicap, climatizzatore, due bagni, display informativi, prese per la ricarica di device su ogni posto. Per ora, in ragione del numero ancora esiguo di nuovi convogli a disposizione presso il Deposito di Sulmona, verranno utilizzati prevalentemente per le “corsette” Avezzano Capistrello e per i due treni Avezzano Cassino e ritorno effettuati nei soli giorni festivi.

Per il Comitato Interregionale Salviamo la Ferrovia Avezzano Roccasecca e, prima ancora, per tutti i territori attraversati questo elemento di novità rappresenta un ulteriore passaggio verso il definitivo ammodernamento della linea, iniziato con il rinnovo dell’armamento avvenuto nel 2014 con la riapertura della linea (conclusosi in questi giorni con la sostituzione dei binari tra Roccasecca e Colfelice) e che culminerà con l’attivazione, ad oggi prevista per il prossimo autunno 2024, del sistema ultramoderno ERTMS, che porterà con se non solo il definitivo svecchiamento del materiale rotabile ma anche -stando a quanto ci viene riferito da RFI – nella adozione di un sistema di informazione all’utenza nelle varie stazioni al passo con i tempi.

Finalmente, dopo le pressanti richieste fatte ad ogni incontro con i vari attori che assicurano il servizio ferroviario, iniziano ad essere accolte le richieste di cui, come Comitato, ci siamo fatti promotori nell’interesse esclusivo di tutti coloro, noi compresi, che questo treno usano per spostarsi in maniera sicura ed efficace. Questo primo viaggio rappresenta sicuramente l’inizio di una nova era, così come rappresenta un evidente sintomo di interesse dell’apparato centrale che comunque investe sulla nostra infrastruttura e quindi nelle nostre zone, troppe volte non considerate perché periferiche di Roma e della costa abruzzese.

Ferrovia che potrà anche non piacere ma che rappresenta comunque un elemento integrato e fondamentale del tessuto sociale della provincia di Frosinone, della Valle Roveto e della Marsica. Proprio perché è un inizio, non un punto di arrivo, il Comitato continuerà la sua attività di interfaccia con gli Enti preposti, affinché si porti a conclusione, nei tempi promessi, il definitivo rinnovamento di tutto il servizio ferroviario, mediante l’adozione di convogli più moderni e di un sistema efficiente ed efficace di gestione del traffico ferroviario e di informazione all’utenza nelle stazioni. Ma è necessario anche mettere mano agli orari, che spesse volte non coincidono con quelle che sono le reali esigenze non solo dell’utenza attuale ma anche di chi il treno vorrebbe prenderlo ma non può. Invitiamo quindi tutti coloro che vogliono dare il loro contributo a scriverci alla casella di posta elettronica salviamo.avezzanoroccasecca@gmail.com, sulla nostra pagina Facebook “salviamo la ferrovia Avezzano Roccasecca”o sul gruppo Facebook “I Servizi della Avezzano Roccasecca”.

Emilio Cancelli
Rosaria Villa

Le offerte dal Gruppo Jolly Automobili
Scopri tutte le promozioni di questo mese o clicca qui per le auto usate e km 0 o clicca qui per il noleggio a lungo termine.