1’ di lettura

EVENTI E CULTURA

“Un paese che legge…è una storia bellissima”, dal 19 marzo eventi per bambini e famiglie a Sora

Il cartellone di iniziative a tema libri durerà fino a maggio ed avrà come location la Biblioteca Comunale e la libreria Universitatis di Sora.

Il progetto PRIMAI, selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, si arricchisce di uno spazio dedicato ai libri. A partire dal 19 marzo e fino al 7 maggio, sul territorio di Sora, ci saranno eventi per bambini e famiglie con l’obiettivo di incentivare la lettura sin dalla tenera età.

L’iniziativa dal titolo “Un paese che legge…è una storia bellissima” nasce dalla collaborazione del progetto PRIMAI, nello specifico dai partner associazione IL FARO ODV e Comune di Sora, con la libreria UNIVERSITAS ed altre associazioni del territorio che hanno a cuore questo percorso di crescita e socialità legato al mondo dei libri.

Armando Caringi, presidente dell’associazione IL FARO ODV, l‘Assessore comunale alla Cultura, Maria Paola Gemmiti e l’Assessore comunale ai Servizi Sociali, Naike Maltese  hanno lavorato insieme per rendere concreto, dopo le restrizioni causate dalla pandemia, un cartellone di iniziative che consentisse a bambini e famiglie di riconquistare spazi e opportunità di crescita. Il cartellone di eventi sarà itinerante: le location saranno la Biblioteca Comunale, con particolare riferimento alla sezione dedicata ai Bambini, e la Libreria UNIVERSITAS .

Gli operatori del progetto PRIMAI che si occupano di teatro e creatività digitale – spiega Armando Caringi, presidente dell’Associazione IL FARO ODV – in collaborazione con il gruppo “Gatti Ostinati” creeranno questi spazi di accoglienza per bambini in cui al centro si collocheranno i libri. I locali della Libreria UNIVERSITAS e quelli della Biblioteca Comunale saranno aperti a gruppi di bambini che potranno incontrare le storie, i racconti, le parole, le pagine scritte e con esse giocare e divertirsi. Le scuole saranno attori attivi attraverso il coinvolgimento dei propri alunni e dei loro genitori. Siamo molto grati al Comune di Sora per l’impegno e la dedizione che ha riservato all’organizzazione congiunta di questo nuovo percorso che va ad arricchire quello già intrapreso dal progetto PRIMAI e che regalerà al territorio una ventata d’aria nuova di cui si sentiva bisogno”.