mercoledì 16 settembre 2015 2.309 VISUALIZZAZIONI

Un vaccino da fare e tanta attesa per una banalità: la protesta/richiesta di una mamma sorana

Riceviamo e pubblichiamo la seguente testimonianza di una mamma sorana che protesta e chiede spiegazioni per quanto accadutole stamane.

«Questa mattina mi sono recata presso il centro vaccinazioni di Sora per fare uno dei soliti vaccini di routine al mio bambino di un anno. Chi ha esperienza in merito ben saprà che non è un momento fantastico. Di certo ero preparata ad affrontare sia la fila che le urla doloranti di mio figlio. Quello per il quale non ero pronta era ben altro però: mi sono sentita dire che dovevamo aspettare perché non c’erano i moduli d’ autorizzazione da firmare, moduli senza i quali non si possono vaccinare i bambini.

Ci è stato gentilmente spiegato che i moduli non c’erano perché da giorni, nonostante le sollecitazioni, mancavano sia fogli di carta che inchiostro per la stampante. Io e gli altri genitori ovviamente siamo rimasti abbastanza scoinvolti dalla notizia. Vi lascio immaginare cosa sia una calda sala d’attesa piena di bambini piccoli e genitori, che magari avevano impegni lavorativi, fermi in attesa di un pezzo di carta. Dopo più di mezz’ora e dopo diverse telefonate di reclamo alle quali ci veniva risposto dando la colpa di tali mancanze prima a Tizio e poi a Caio e poi di nuovo a Tizio, finalmente sono arrivati i benedetti moduli e il centro vaccinazioni ha potuto proseguire con il suo lavoro, lavoro che noi cittadini paghiamo profumatamente.

Il racconto di questa mia triste avventura non vuole essere una semplice lamentela, ma vuole essere una richiesta di spiegazioni: perché si deve ridurre l’efficienza di un servizio pubblico per questioni cosi futili e banali, come la mancanza di carta e inchiostro? È mai possibile che nel 2015 manchino in un ufficio della asl carta e inchiostro? Perché non sono state ascoltate le sollecitazioni fatte dagli impiegati del centro vaccinazioni nei giorni scorsi? Ringrazio chiunque sia in grado di darmi risposte e auguro a chi di competenza di ritrovarsi in una sala d’attesa ad attendere simili banalità come è successo a me oggi».

Riabilitazione protesi al ginocchio a Roma

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

I più letti di oggi
LORETA TERSIGNI
1

LORETA TERSIGNI - Il giorno 17 Settembre 2018, alle ore 13:00, è venuta a mancare all'affetto dei suoi cari LORETA TERSIGNI (in Ventura). I funerali avranno luogo ...

LORETO TERSIGNI
2

LORETO TERSIGNI - Il giorno 17 Settembre 2018, alle ore 22:30, è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari, LORETO TERSIGNI, di anni 82. I funerali avranno luogo ...

FRANCESCO CASCONE
3

FRANCESCO CASCONE - La manifestazione MOVISORA organizzata dal Comune di Sora sabato scorso ha avuto anche la partecipazione del Gruppo Fiat 500 Città di ...

I più letti della settimana
GIANFRANCO FARINA
1

GIANFRANCO FARINA - Verso le 18 di oggi ha trovato la morte, in un tragico incidente stradale verificatosi in territorio di Posta Fibreno, Gianfranco ...

GIANFRANCO FARINA
2

GIANFRANCO FARINA - Si celebreranno Venerdì 14 Settembre 2018 alle ore 15:00 i funerali di GIANFRANCO FARINA, il 29enne di Broccostella deceduto a seguito di un ...

CAFFè LA BRASILERA SORA
3

CAFFè LA BRASILERA SORA - Caro zio, mai avrei immaginato di scrivere queste righe eppure eccomi qua. Questa mattina la triste notizie, Zio Enzo non ...

X