4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 547 VOLTE

“UNA FERITA INSANABILE. VERGOGNA!”. Consiglio Comunale, lo sfogo di Roberto De Donatis

Dal suo profilo Facebook, il consigliere di opposizione Roberto De Donatis esprime tutta la sua delusione per quanto accaduto ieri in consiglio comunale, con la sospensione della seduta prima di discutere i punti 2 e 3, definiti non di competenza della stessa assise municipale.

“Il Consiglio comunale di ieri sera, chiesto dall’opposizione era per noi l’occasione di mettere a conoscenza la città di quali responsabilità politiche storiche hanno generato l’insostenibile situazione dell’area ex-Tomassi, ma anche della nostra idea discussa da mesi con il Consigliere Enzo Petricca per il Serapide post fallimento dell’ormai improponibile centro commerciale, iniziando un percorso virtuoso per la realizzazione di una cittadella scolastica sicura e funzionale. Un nuovo respiro, un sogno per trovare coesione su una rinascita vera della città da coagulare in un simbolo di luce e di cultura e non come oggi di morte e degrado. Come opposizione avremmo voluto un’altra cornice per proporre la nostra idea, ma tant’è: oggi soprattutto è importante capire che un futuro diverso su cui lavorare è possibile.

Purtroppo la cornice alla quale mi riferisco è fatta di diatribe, rivendicazioni e soprattutto arroganze che ieri hanno impedito ai cittadini sorani di sapere perché vengono concessi alloggi popolari con delibere di Giunta, in deroga alla graduatoria e perché debbano essere assunte per un anno 8 unità nel corpo della polizia municipale pescando da una graduatoria fatta l’anno scorso per un impegno stagionale, scippando una possibilità equanime per tanti giovani senza lavoro. É stato deciso di invocare un articolo dello statuto, secondo il quale gli argomenti non sono di competenza del Consiglio: vergogna! L’opposizione ha una sua idea in merito e ne voleva discutere dopo la relazione del Sindaco. Ieri non è stato possibile con un dispregio dei ruoli istituzionali e della dialettica democratica. Una ferita insanabile che restituisce l’immagine della pochezza di questa maggioranza abbarbicata nel palazzo”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu