5 anni fa

Usura, estorsione e furto: arrestati all’alba tre rom residenti a Sora

Nelle prime ore dell’alba, in Sora, i Carabinieri della Stazione di Arce, fattivamente collaborati dai colleghi della Compagnia di Pontecorvo, hanno dato esecuzione a nr. 3 misure di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti soggetti, resisi responsabili di “usura, estorsione aggravata e furto in concorso”.

L’attività d’indagine trae origine dalla denuncia formalizzata l’11 ottobre 2012 da un cittadino di Colfelice, relativa all’estorsione subita dal proprio figlio, gestore di un impianto di carburanti, da parte di tre uomini di “etnia rom”, residenti a Sora.

Le risultanze investigative consentivano di accertare che i malviventi, approfittando di uno stato di bisogno economico del giovane, dapprima gli hanno fornito il prestito di una somma di denaro in contante pari a euro 1.300, con interessi a un “tasso usurario”, da restituire dopo pochi giorni; successivamente, al fine di portare a termine l’azione criminosa, usando violenza e minacce nei confronti della vittima hanno portato via la sua autovettura chiedendo, in cambio della restituzione della stessa, il rapido pagamento della quota capitale e dei relativi interessi.

Gli arrestati sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’A.G. mandante. In merito, il Comandante Provinciale Carabinieri di Frosinone, Col. Antonio Menga, evidenzia l’importanza della denuncia da parte di cittadini, indispensabile per assicurare alla giustizia i responsabili di tale particolare tipologia di reato.

Commenti

wpDiscuz
Menu