4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 757 VOLTE

Valduga, Luce, Carrai, Fabrizio e Fiorensoli vincono il 38° Premio “Val di Comino”. All’attrice Angela Luce la sezione Teatro

Si è tenuta presso la sala consiglio dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone la conferenza stampa di presentazione del XXXVIII Premio Letterario “Val di Comino”. A fare gli onori di casa il Presidente della Provincia Giuseppe Patrizi. Fondato dall’allora assessore provinciale Gerardo Vacana il Premio “Val di Comino” è considerato tra i più importanti riconoscimenti letterari italiani. Ed è stato proprio il professor Vacana, Presidente del Centro Studi Letterari “Val di Comino”, presente insieme al figlio Luigi a presentare l’edizione che prenderà il via da martedì 1 ottobre, quando giungeranno ad Alvito i poeti e gli scrittori ospiti della XXI edizione degli Incontri Internazionali di Poesia, dedicati quest’anno alla lingua francofona.

Per la Francia ci saranno Michel Baglin, Georges Drano, Nicole Drano-Stamberg, Pascal Gabellone, Daniel Leuwers; Giuseppe Santoliquido per il Belgio; Jacques Meylan e Raquel Soares per la Svizzera; Magdy Sarhan per l’Egitto; Patrizia Valduga per l’Italia; Doina Opriţă e Mircea Opriţă per la Romani, Rodolfo del Hoyo Alfaro e Carlos Vitale per la Spagna. “La cultura è un sicuro strumento di crescita per un territorio, ha dichiarato il Presidente della Provincia Patrizi, iniziative come il Premio Val di Comino nobilitano e qualificano il nostro territorio. Encomiabili i sacrifici e l’impegno del professor Vacana, la Provincia, ha concluso il Presidente, sarà sempre al suo fianco”.

Di passione e impegno ha parlato Gerardo Vacana, ricordando che, se si eccettua lo Strega, è l’unico premio letterario laziale che in 38 anni non ha mai saltato una edizione. Ma veniamo ai vincitori: per la Poesia la scrittrice Patrizia Valduga, per la Saggistica il professor Stefano Carrai, per il giornalismo Gianni Fabrizio di Avvenire, per il Giornalisto Telelevisivo Claudio Fiorensoli del TgLazio Rai. La sezione Teatro invece è stata assegnata alla straordinaria attrice partenopea Angela Luce. Con all’attivo circa 80 film la Luce ha recitato accanto ai maggiori attori italiani, da Totò ad Eduardo De Filippo, da Aldo Fabrizi a Marcello Mastroianni, ad Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi, Giancarlo Giannini diretta da molti noti registi, tra i quali Pier Paolo Pasolini, Luchino Visconti, Franco Zeffirelli.

Ricordando che l’interpretazione ne L’amore molesto di Mario Martone le è valsa il David di Donatello e la nomination per la Palma d’oro a Cannes; la La seconda notte di nozze di Pupi Avati le è valsa la nomination per il Nastro d’Argento. L’attrice nel corso della premiazione di domenica 6 ottobre, alle 18.00 presso il Teatro Comunale di Alvito terrà un recital di poesie di Patrizia Valduga vincitrice della sezione Poesia. La giuria del “Val di Comino”, Presieduta da Giorgio Bàrberi Squarotti e composta da Elio Gioanola, Giovanna Ioli e Gerardo Vacana ha poi assegnato la XI edizione del Premio Europeo di Narrativa “G.Ferri – D.H. Lawrence” allo scrittore Giuseppe Lupo, che sarà premiato sabato 5 ottobre a Picinisco. Negli anni, sfogliando l’albo d’oro troviamo dei premiati ad Alvito, Mario Luzi, Andrea Zanzotto, Edoardo Sanguineti, Tonino Guerra, Alessandro Parronchi, Maurizio Cucchi, Vivian Lamarque, Maria Luisa Spaziani, Giovanni Raboni, Luciano Erba, Jolanda Insana, Giovanni Roboni, Claudio Magris, Luigi Baldacci, Lorenzo Mondo, Sergio Givone, Giuseppe Bonaviri, Alberto Bevilacqua, Giancarlo Giannini, Giorgio Albertazzi, Enzo Decaro, Enrico Lo Verso, Vincent Spano, Jacqueline Risset, Lina Sastri, Evgenij Solonovich etc. e quest’anno la trentottesima edizione ha tutte le caratteristiche di un successo annunciato.

Prof. Gerardo Vacana
Presidente del Centro Studi Letterari “Val di Comino”

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu