1’ di lettura

Veroli piange il suo “gigante buono”, Maurizio non ce l’ha fatta

Maurizio Cironi era risultato positivo al Coronavirus il 19 Ottobre. Ricoverato all'Ospedale F. Spaziani di Frosinone, è spirato la scorsa notte. Aveva 55 anni.

Tutto è purtroppo iniziato il 19 Ottobre con l’annuncio della figlia su Facebook: «Vi informiamo con grande dolore e tristezza, che la nostra attività verrà momentaneamente sospesa. Abbiamo appena ricevuto la brutta notizia di positività del virus Covid a nostro padre Maurizio che adesso sta lottando come non mai. Invito tutti coloro che sono stati in stretto contatto con la nostra famiglia e la nostra attività di prendere i dovuti provvedimenti per il bene di tutta la comunità. Dai papà sei forte, hai superato tanti dispiaceri nella vita e supererai anche questa triste battaglia, presto tornerai dalla tua famiglia, dai tuoi nipotini, dai tuoi ragazzi e dal tuo amatissimo lavoro che custodisci da anni con cura. Ti aspettiamo, Gigante».

Da quel momento Maurizio Cironi, 55enne storico macellaio della Contrada Cerri, ha lottato come un leone per quasi venti giorni all’ospedale F. Spaziani, ma alla fine non ce l’ha fatta. Stamani, un nuovo messaggio della sua adorata figlia su Facebook, contenente la notizia che nessuno avrebbe mai voluto sapere.

«Hai lottato tanto – ha scritto la giovane – hai dedicato la tua breve vita alla famiglia, al lavoro, ai veri valori della vita… Un vero Gigante Buono, uno che se c’era bisogno di aiutare qualcuno non si tirava indietro… Uno con le spalle grosse, una vera colonna portante per la nostra Famiglia e per la nostra attività… Il nostro rapporto da padre e figlia era come cane e gatto, ma pieno d’amore eri orgoglioso di quello che stavamo costruendo tutti insieme… Papà mio caro adesso non ci sono più parole per descrivere il dolore che stiamo provando… La nostra vita ora non sarà più come prima. Abbiamo pregato tanto ma non siamo state ascoltate… TI AMO E TI AMERÒ PER SEMPRE».

In memoria di Maurizio è giunto anche il messaggio di cordoglio di Piergiorgio Fascina, esponente Partito democratico della città ernica. “Una grave perdita per tutto il territorio – ha affermato – Ricoverato urgentemente nei giorni scorsi, ha combattuto fino alla fine[…]». «Maurizio Cironi era persona perbene, un amico, padre di famiglia, particolarmente legato alla sua famiglia, al suo lavoro e alla sua città; a Veroli aveva costruito la sua azienda e si era affermato imprenditorialmente. Altrettanto legato al Partito democratico, fu uno dei primissimi iscritti. Ha sempre garantito sostegno alle attività della compagine dem e alle iniziative dei giovani in cui credeva fermamente. Stessi giovani che non devono abbassare la guardia contro un nemico invisibile che sta sconvolgendo l’intero pianeta. Non sarà facile senza Maurizio ma dovremo continuare a seguire i suoi principi[…]».

I funerali di Maurizio Cironi si terranno nel piazzale del suo mattatoio Lunedì 9 Novembre alle 14:30.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Notizie del giorno