1’ di lettura

Vicenda Stadio Panico, De Donatis: “Costretto a replicare a Tersigni”

Come Consigliere di opposizione ed Assessore ai Lavori Pubblici della passata Consiliatura mi vedo costretto a replicare alla nota dell’attuale reggente la delega dei Lavori Pubblici: il Sindaco Tersigni. Il Sindaco, invitandomi ad un impegno maggiore nel documentarmi, afferma tra le altre cose che nel progetto esecutivo varato dalla nostra Amministrazione nel 2010 era stata previsto la sostituzione dell’attuale fondo di gioco in pozzolana con altro materiale idoneo alla pratica sportiva e che questa somma non era probabilmente sufficiente alla realizzazione dell’intervento.

Che il sottoscritto prima di fare qualsiasi affermazione legga con molta attenzione le carte è confermato dal fatto che la stessa Giunta Tersigni ha già approvato una perizia di variante il 22/03/2012 con la quale si stabiliva (come era nelle nostre intenzioni e come noto a tante associazioni sportive) che le economie di 138.000 euro erano da destinare al rifacimento del fondo del rettangolo di gioco ed ad altre piccole opere complementari.

Dunque oggi con la nuova delibera approvata il 17/05/2012 egli sconfessa il suo stesso operato e rende le opere complementari improvvisamente urgenti ed inderogabili, rimandando il rifacimento del terreno di gioco, addirittura in sintetico, all’accoglimento di una richiesta di finanziamento per euro 500.000 circa. Di questi tempi vuol dire avere perso l’occasione di rifare il terreno di gioco e rinviare questa fondamentale opera a “babbo morto”.

Ora, giacchè questa Giunta ha già in altre occasioni disfatto oggi quanto approvato ieri, mi preme invitare il Sindaco ad un tempestivo ripensamento che darebbe ragione non al sottoscritto, ma ai tanti cittadini sorani che da anni sollecitano questo intervento.

Roberto De Donatis (Consigliere di Patto Democratico per Sora)

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...