Vis Sora C5 a 10 minuti dall’impresa

I bianconeri sbagliano il rigore del pareggio, poi crollano a causa della delusione e subiscono altri quattro goal.

Trasferta dai due volti quella di sabato 25 per la Vis Sora. Impegnati nell’insidiosa gara contro il Paliano, i bianconeri, falcidiati dagli infortuni e dalle defezioni di alcuni tra gli uomini migliori, hanno denotato finalmente un’ evoluzione di gioco e una compattezza che lasciano ben sperare per il prosieguo di questa prima stagione in serie D.

Nella splendida cornice del palazzetto comunale di Paliano, davanti ad una nutrita tifoseria, la Vis partiva subito con il piglio giusto, ribattendo colpo su colpo alle giocate avversarie. Dopo un paio di occasioni create da ambo le parti, i locali, inaspettatamente, passavano in vantaggio. Palla in profondità per il pivot, scarico sulla punta accorrente dalle retrovie e conclusione sotto il montante superiore:1-0. Qualche minuto ed i padroni di casa provvedevano a raddoppiare, questa volta grazie ad un tiro scoccato dall’ interno dell’area di rigore. A questo punto si rivelava pregevole la relazione dei Sorani, capaci di chiudere la prima metà di gara sul risultato di parità e di provocare qualche patema d’animo agli encomiabili sostenitori locali. Prima Filippo Ascione con un rasoterra dalla distanza e poi Enrico Chiappelli, sfruttando una carambola in area, inchiodavano il parziale sul 2-2 al 30′.

Al rientro dagli spogliatoi, i ragazzi capitanati da Francesco D’Ambrosio andavano subito incontro alla classica doccia fredda. Infatti gli “orange” ( per l’occasione) palianesi si riportavano sopra di due lunghezze, grazie prima ad una conclusione dal limite che centrava l’angolino e successivamente a un  comodo appoggio sulla linea di porta, propiziato da una disattenzione della retroguardia ospite. Sul 4-2 mister Zaccardelli strigliava la squadra, esortando i suoi ragazzi a restare aggrappati ad una gara che si mostrava ampiamente alla portata del loro potenziale. La paternale sortiva puntualmente i suoi effetti: dopo qualche attimo Mario Neri accorciava le distanze, siglando il 4-3 a suggello di un’azione personale che lo vedeva splendido protagonista.

Appena il tempo di risistemarsi per il calcio d’ inizio ed Emanuele Marcelli, numero 23 bianconero, prima saltava un avversario e poi si incuneava repentinamente area di rigore, venendo abbattuto però sul piu bello dall’avventata quanto pericolosa uscita dell’estremo difensore avversario. Il direttore di gara, a questo punto, non poteva far altro che decretare la massima punizione a beneficio della Vis. Sul dischetto si portava il sempre bravissimo Fabio Pagliaroli che, nel tentativo di spiazzare il portiere, angolava troppo la conclusione, spedendo la sfera a lato. La delusione per il pareggio appena sfumato, si abbatteva come un tornado sul morale della truppa volsca e sanciva,di fatto, il cessare delle ostilità a dieci minuti dal termine.

Gli ultimi scampoli di gara infatti, lasciavano spazio solo alla goleada dei giocatori locali che, sospinti dall’entusiasmo assordante dei tifosi e galvanizzati dal pericolo appena sventato, infierivano sui bianconeri ormai esausti e svogliati fino all’ 8-3 definitivo. Al termine dell’ incontro, le parole di coach Zaccardelli: ” sono orgoglioso dei miei ragazzi, il risultato di oggi è senza dubbio bugiardo. Oggi, giudicando la prestazione limitatamente a 3/4 di gara, forse anche il pareggio ci sarebbe stato stretto.

Successivamente sarebbe dovuta terminare sul punteggio di 5-3, al massimo 6-4. Finalmente ho riscontrato le trame di gioco, la compattezza e soprattutto lo spirito di squadra che auspicavo da tempo. Giocando con questa attenzione e con la stessa intensità faremo strada” . Ad attendere la Vis c’è ora l’ impegno casalingo di venerdì 1 dicembre, quando i volsci affronteranno la quotatissima compagine del Frassati Anagni, una delle più  serie ed attrezzate candidate alla vittoria finale del girone.

SPONSOR

La nuova promozione in vigore dal 3 al 20 Ottobre 2019.