13 novembre 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.647 VOLTE

Vis Sora C5 sconfitta con onore. I ragazzi allenati da Luca Zaccardelli non hanno sfigurato

Per i ragazzi allenati da Luca Zaccardelli il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 17 contro la Fortitudo.

La trasferta di Ferentino si è rivelata amara per i bianconeri della Vis Sora, che al netto di sbavature e decisioni arbitrali opinabili, archiviano la quinta giornata di campionato con una sconfitta. Al cospetto dell’esperta formazione del Ferentino Calcio, i ragazzi di Francesco D’Ambrosio non hanno affatto sfigurato, mostrando qualità individuali e spunti senza dubbio all’altezza della categoria. Sono stati piuttosto gli episodi a condannare i volsci, con le reti avversarie siglate allo scadere delle frazioni di gioco che hanno ampliato un divario decisamente meno percepibile sul tappeto da gioco.

Partiamo dalla cronaca. Dopo pochi minuti i locali passano già in vantaggio grazie ad un errata difesa della retroguardia sorana. Sul pallone vagante al limite dell’area si avventa l’attaccante avversario che con un rasoterra trafigge l’incolevole Pozzuoli in uscita. Reagisce la Vis che prima sfiora il vantaggio con Careni e poi perviene al pareggio con la rete da fuori area dello stesso forte attaccante, per l’occasione aggregato dalla prima squadra.

Dopo una fase di stanca che si protrae fino a cinque minuti dal riposo, i Ferentinati tornano avanti nel punteggio, approfittando di un disimpegno rivedibile dei bianconeri. Nemmeno il tempo di esultare e si replica, con i padroni casa che siglano il 3 a 1 con un tiro dalla distanza che si insacca sotto la traversa. Decisivi per le sorti dell’incontro sono però i dieci minuti iniziali delle ripresa. Poco dopo il fischio d’inizio, il capitano locale intercetta la sfera all’incirca a metà campo e, approfittando di una voragine creatasi nella zona difensiva della Vis, si invola verso la porta confezionando poi l’assist per il comodo tap-in della punta.

Giusto un paio di minuti e il numero 3 Ferentinate si incunea in area dopo una pregevole percussione. Inevitabile il fallo dell’estremo difensore Marziale, subentrato al 30′, che provoca il fallo da rigore. Dopo la prima conclusione terminata a lato, il direttore di gara ordina di ripetere, con i blu di casa che stavolta passano. Sembra finita a questo punto, ma la Vis, con un moto d’orgoglio si riporta sotto, prima grazie all’opportunismo di Giulio Abbate, abile ad infilare la sfera sotto le gambe del portiere da dentro l’area e, poco dopo, con il tocco in mischia del solito Fabio Pagliaroli.

Sul 5-3 i Sorani ci credono, ma l’opinabile decisione del fischietto di turno di assegnare in rapida sequenza due tiri liberi agli avversari, fa sfumare di fatto i sogni di rimonta. Dopo la prima realizzazione, il secondo tiro viene neutralizzato dall’estremo difensore bianconero che mantiene il risultato sul 6-3. Per i ragazzi allenati da Luca Zaccardelli il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 17, quando affronteranno nella partita casalinga la compagine della Fortitudo, tentando di esorcizzare la sfortuna e soprattutto di sfatare il tabù vittoria.

Ufficio Stampa Vis Sora C/5

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu