VOLLEY – Sora sconfitta dai Campioni d’Italia, ma la squadra cresce

Doppio stop per i bianconeri nelle prime due gare di campionato (Verona e Civitanova Marche), ma anche buone indicazioni per coach Colucci.

Bella gara all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche nell’anticipo della 13ª di andata della SuperLega Credem Banca che, seppur rispettando il pronostico con la Cucine Lube a superare 3-0 la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, nell’andamento poi così scontata non lo è stata.

I padroni di casa infatti, orfani del secondo palleggiatore D’Hulst rientrato in Belgio per questioni familiari, con Leal MVP, e con la guida tecnica De Giorgi che lascia a riposo Juantorena in favore di Kovar, e Simon per l’esordio del centrale Bienek, hanno dovuto fare i conti con la testa sempre in campo dei sorani e il loro buon gioco che li ha portati fino al 25-23 di secondo e terzo set. Si è espressa bene al cambio palla la Globo ma la differenza con l’avversario campione d’Italia e d’Europa si è vista nella fase punto e nei momenti determinati del match.

“Rispetto alla scorsa partita con Verona – analizza coach Maurizio Colucci -, la squadra ha funzionato sicuramente meglio, ma ci tengo a sottolineare che ancora non riusciamo a giocare collettivamente come dovremmo, e ritengo che ciò sia dovuto soprattutto a problemi tecnici individuali che spero di riuscire a risolvere il prima possibile”.

“Il risultato è buono – commenta invece mister De Giorgi -, ed è importante che siamo riusciti a far giocare un pò tutta la squadra. Certo però che il nostro livello deve salire rispetto a quello che si è visto stasera. La squadra è stata deficitaria soprattutto in difesa. Fondamentale comunque riuscire a centrare il risultato, coscienti del fatto che quanto abbiamo espresso sul campo ancora non basta”.

Allo starting players le guida tecnica dei cucinieri mostra al suo pubblico il sestetto formato dal palleggiatore Mossa De Rezende opposto a Rychlicki, i centrali Anzani e Bieniek, la coppia di schiacciatori Leal-Kovar, e libero Balaso.
Coach Colucci gli contrappone la diagonale Radke-Miskevich, i posti 3 Caneschi e Di Martino, le bande Grozdanov e capitan Joao Rafael, e Sorgente libero.

Rompe subito gli indugi la Lube che, dopo il 2-2, vola al 12-5 con 4 muri di cui due autografati dall’ex Anzani. Dopo il time out discrezionale, coach Colucci richiama Miskevich in panchina e inserisce Van Tilburg. Comincia a lavorare bene al cambio palla Sora tanto da non consentire più break all’avversario con il set che prosegue punto a punto fino al 19-14 quando infila il primo parziale positivo di 3-0 che vale l’aggancio del 19-17 con l’ace di Alfieri entrato nel fondamentale. Interrompe il gioco mister De Giorgi e alla ripresa i suoi ragazzi continuano a fare la differenza nella fase punto con il break di 4-0 che li porta direttamente alla vittoria del game 25-18.

Stessi sestetti in campo per la seconda frazione di gioco che si apre con un punto a punto guidato da Sora fino al 7-8 con Di Martino e Miskevich a picchiare duro e coach Colucci a vincere la chiamata del contro video check su De Giorgi. L’ace di Leal capovolge la situazione mettendo i cucinieri un doppio passo avanti al 10-8 e poi, due break point a fronte di due cambio palla sorani, fanno salire il tabellone sul 14-10. Fey in campo per Grozdanov e Miskevich incisivo sulla rete sia in attacco che a muro, cercano di contenere l’avversario, ma è al 19-14 che arriva l’accelerata giusta con l’opposto all’ace per il 19-17. Time out per la guida tecnica locale ma la Globo continua a rosicchiare lunghezze per il 21-20 e 23-22 che portano la firma a muro di Edoardo Caneschia a inchiodare prima Leal e poi il pari ruolo Anzani. La battuta out del palleggiatore bianconero regala il set ball ai biancorossi ma il capitano Joao Rafael annulla la prima possibilità. Non stecca la seconda Anzani portando nelle casse Lube il primo punto messo in palio dal match con il 25-23.

Stesso copione del set precedente in apertura del terzo con i cucinieri che però si presentano con un cambio in posto 2, Ghafour per Rychlicki.
Sora guida il punto a punto fino al 4-5 quando poi commette qualche errore di troppo che gli costano il sorpasso avversario del 7-5. Ma poi fa di nuovo il suo bel tempo rimettendo le cose in parità, 7-7 con Fey e Joao Rafael, mantenendo l’equilibrio fino all’11-11. Civitanova preme sull’acceleratore e con Bieniek al servizio è di nuovo avanti 14-11. Sora prova a innestare la rincorsa e ci riesce al 20-16 con Caneschi al block su Ghafour, Alfieri al servizio e Grozdanov in attacco per l’aggancio del 20-19. Arriva anche la parità del 22-22 e 23-23, ma l’esperienza dei Campioni d’Italia e d’Europa si vede in questi momenti fondamentali, con il 25-23 che chiude set e match.

CUCINE LUBE CIVITANOVA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-0

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 2, Rychlicki 7, Anzani 6, Bieniek 6, Leal 15, Kovar 5, Balaso (L), Juantorena n.e., Ghafour 6, Simon n.e., D’Hulst , Diamantini 3, Massari, Gonzi n.e., Marchisio (L). I All. De Giorgi; II All.. B/V 4; B/P 14; muri: 9.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Radke 1, Miskevich 16, Caneschi 7, Di Martino 3, Joao Rafael 10, Grozdanov 3, Sorgente (L), Mauti (L) n.e., Alfieri 1, Van Tilburg 2, Scopelliti, Fey 3, Battaglia n.e.. I All. Colucci; II All. Roscini; III All. Conte. B/V 2; B/P 17; muri: 6.

PARZIALI: 25-18 (‘25); 25-23 (‘29); 25 (‘26).

I ARBITRO: Luciani.
II ARBITRO: Tortù.
III ARBITRO: Morganti.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Albergamo.
SEGNAPUNTI: Mochi.

MVP: Leal.

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.