5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 624 VOLTE

Il sindaco Tersigni (ri)dice no al confronto con Di Stefano su Sora24 (di Sacha Sirolli)

Ebbene si, sono stato infantile perché per una volta tanto ho voluto guardare la politica sorana con gli occhi del fanciullino. Invitando Tersigni e Di Stefano (clicca qui per leggere il mio redazionale), il primo cittadino di Sora e il presidente dell’Ater, ossia le due persone che più possono oggi dare e fare per questa città, non volevo compattare il centrodestra, anche perché non è questo il mio ruolo e non ne ho certo né il potere né la pazienza. Volevo far marciare su binari paralleli, per non far deragliare il treno, chi può migliorare le cose per la città dove abito e sottrarla ad un lento ed insensato declino. Invece nisba.

Ernesto oggi al telefono mi ha risposto che queste cose si fanno nelle sedi istituzionali preposte. Che Enzo è in campagna elettorale e cerca lo scontro per mettersi in luce. Che i suoi continuano ad attaccare l’Amministrazione mentre lui non attacca Di Stefano e anzi gli augura buon lavoro… Sarà, ma mi resta il dubbio che continueranno a farsi i dispetti, a mettersi i bastoni tra le ruote. A rimetterci, come sempre, sarà solo Sora. La mia sensazione è che si sia persa un’altra occasione per colpa dell’ego.

“Amore per Sora, cosa significa?” mi ha scritto Luigi Alonzi, nostro attento lettore. Significa, per me che sono ingenuo, mettere da parte i personalismi e le rivalità che portano ad un vicolo cieco. Sora potrebbe avere nel 2013 un candidato forte alla camera e uno al senato. Con questi chiari di luna Sora rimarrà con un pugno di mosche in mano e sempre più isolata. Io vorrei almeno un sorano al parlamento: non necessariamente i soliti noti, anzi possibilmente un giovane non ancora assuefatto alle logiche politiche che hanno isolato la nostra città, come il resto della nazione. In particolare servirebbe per una volta un politico vero, che faccia dell’apertura mentale al confronto e non nella ricerca di un nemico il proprio cavallo di battaglia.

Il direttore di Sora24 – SACHA SIROLLI

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu